Logo MotorBox
F1 2024

Ferrari F1: si è dimesso il direttore tecnico Enrico Cardile


Avatar di Alessio Ricci , il 08/07/24

1 settimana fa - Ribaltone nell'organigramma del Cavallino: l'ingegnere lascia, andrà in Aston Martin

Ferrari F1: si è dimesso il direttore tecnico Enrico Cardile
Ribaltone nell'organigramma del Cavallino: l'ingegnere toscano lascia Maranello in direzione Aston Martin. Vasseur ricoprirà il ruolo ad interim aspettando Loic Serra (e Adrian Newey?)

Dopo settimane di speculazioni e voci nel paddock, adesso è ufficiale l’addio di Enrico Cardile alla Ferrari. L’ingegnere della scuderia di Maranello ha infatti rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico di direttore tecnico, che gli era stato ufficialmente conferito sotto la gestione di Frederic Vasseur pur essendo da anni il punto di riferimento della progettazione dell’area telaio anche sotto la guida di Mattia Binotto. A comunicare la svolta nell’organigramma è stato il Cavallino che, all’indomani della brutta prestazione delle rosse sulla pista di Silverstone, ha diramato una nota stampa per ufficializzare l’uscita del 49enne italiano.

F1 2019, Enrico Cardile, aerodinamico della Ferrari F1 2019, Enrico Cardile, aerodinamico della Ferrari

VEDI ANCHE



VERSO L’ASTON MARTIN Da tempo nel paddock si parlava di una possibile offerta da parte dell’Aston Martin per ingaggiare Cardile, le cui dimissioni sembrano dunque confermare le ipotesi già circolate nelle scorse settimane: il progettista toscano dovrebbe quindi accasarsi nel team di Lawrence Stroll una volta terminato il periodo di gardening e, secondo Motorsport.com, potrebbe essere annunciato già in settimana. Nel frattempo, in Ferrari sarà direttamente il team principal Frederic Vasseur a ricoprire ad interim il ruolo di responsabile tecnico dell’area telaio. Stando a quanto riportato da Formu1a.uno, a sostituire Cardile in realtà dovrebbe essere Loic Serra, l’ingegnere francese in arrivo dalla Mercedes che, terminato il periodo di congedo, sarà operativo a Maranello a partire dall’autunno 2024. Non si esclude, comunque che la mossa sia propedeutica all’arrivo del tanto chiacchierato Adrian Newey, il progettista dei record che poche settimane fa ha annunciato l’addio alla Red Bull.


Pubblicato da Alessio Ricci, 08/07/2024
Tags
Vedi anche