Ferrari F1-75: quando copiare è una necessità
F1 2022

Incognita nuove monoposto, Binotto: "Copiare e introdurre rapidamente buone soluzioni"


Avatar di Luca Manacorda , il 21/02/22

3 mesi fa - Binotto sottolinea uno dei fattori più importanti di questa stagione

Mattia Binotto ha sottolineato come in questa stagione copiare le soluzioni altrui possa essere importante

DUE AUTO DIVERSE Le prime immagini della Ferrari F1-75 e della Mercedes W13 hanno evidenziato le enormi differenze tra le soluzioni adottate dai due team nell'interpretazione del nuovo regolamento tecnico. In attesa dei primi riscontri in pista che si avranno dai test in programma questa settimana a Barcellona, e ai quali saremo presenti anche noi di MotorBox.com, ci si interroga su come possano tradursi in prestazioni queste grandi diversità.

F1 2022: George Russell al volante della nuova Mercedes W13 F1 2022: George Russell al volante della nuova Mercedes W13

WOLFF E IL VANTAGGIO FERRARI In casa Mercedes, il team principal Toto Wolff ha indicato la scuderia di Maranello come un potenziale rivale per il titolo, grazie alla possibilità avuta di concentrarsi sulla nuova vettura con largo anticipo, oltre al maggior lavoro concesso in galleria del vento dal peggior piazzamento nel mondiale Costruttori: ''Hanno avuto più tempo nella galleria del vento, il che è il vantaggio di essere finiti sesti invece che primi (riferito alla stagione 2020, ndr). Penso che rappresenti un vantaggio di diversi decimi. In realtà, chiunque può essere lassù, come abbiamo visto nel 2009 con il doppio diffusore. Da appassionato, amo la Ferrari ed è importante che la sua macchina sia competitiva. Spero che diverse squadre riescano a vincere quest'anno''. Nel 2009, stagione ricordata da Wolff, la Brawn sorta sulle ceneri dalla Honda stupì tutti grazie all'adozione del doppio diffusore, finendo per vincere entrambi i titoli iridati grazie al grande vantaggio di punti accumulato nella prima parte del campionato.

VEDI ANCHE



BINOTTO E LA NECESSITA' DI COPIARE Passando alla Ferrari, Mattia Binotto ha introdotto fin dal giorno della presentazione della F1-75 uno dei temi chiave in un anno di esordio di nuovi regolamenti tecnici come questo: l'abilità di saper copiare le buone soluzioni altrui. Il team principal del Cavallino Rampante aveva ammesso che sulla vettura svelata giovedì 17 era già presente un elemento notato nella presentazione di un'altra monoposto: ''Penso che quando si guarda ai nuovi regolamenti, potrebbero esserci concetti diversi tra i team. Sarà necessario osservare e persino copiare buone soluzioni e introdurle il più rapidamente possibile. Vedremo molto sviluppo all'inizio e molte prestazioni relative da squadra a squadra che potrebbero cambiare, quindi l'auto più veloce all'inizio non sarà necessariamente la più veloce dopo cinque o sei gare''.

F1 2022, La Ferrari F1-75 di Charles Leclerc e Carlos Sainz F1 2022, La Ferrari F1-75 di Charles Leclerc e Carlos Sainz

LA RISPOSTA A WOLFF Binotto ha poi replicato alle considerazioni di Wolff su una Ferrari possibile favorita nel 2022: ''Non penso che siamo i favoriti. Al contrario, non credo che siamo noi a essere campioni del mondo in questo momento. Ci sono altri che hanno vinto il campionato l'anno scorso, sia il Piloti sia il Costruttori, ed erano molto più forti di noi. Hanno chiuso la stagione con un buon vantaggio. Perché dicono questo su di noi? Penso che prima di tutto sia per alleviarsi la pressione da soli, ma mi dispiace: spetta a loro mantenere la pressione. Da parte nostra, è vero che abbiamo fatto una bella macchina, ma non credo che una bella macchina significhi che debba essere una macchina veloce''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 21/02/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox