Pubblicato il 08/02/21

RIAPRE L’ACADEMY Nei giorni scorsi, alcuni di loro sono stati impegnati nel test premio al volante della Ferrari SF71H sulla pista di Fiorano, lavorando a stretto contatto con la squadra corse e con i piloti titolari Charles Leclerc e Carlos Sainz. Parliamo dei giovani della Ferrari Driver Academy, che adesso tornano tra… i banchi di scuola in vista dell’inizio della nuova stagione 2021. Una stagione in cui il vivaio di Maranello si rinnova: salutati Giuliano Alesi, Gianluca Petecof ed Enzo Fittipaldi, si riparte con sette ragazzi e una ragazza accomunati dallo stesso sogno di vestire la tuta rossa in un Gran Premio di Formula 1.

Mick Schumacher ai test di Fiorano 2021 con la Ferrari

SETTE PIÙ UNA Chi, il sogno, lo sta per coronare è certamente Mick Schumacher, che nel 2021 debutta ufficialmente in F1 al volante della Haas e che stamattina non era presente – ampiamente giustificato – per l’inizio dei corsi al Museo Ferrari di Maranello. Il figlio del leggendario Kaiser è la punta di diamante della Fda, con il rivale della passata stagione F2, Callum Ilott, che invece indosserà i panni del pilota di riserva per il Cavallino. Continueranno a correre tra i cadetti, invece, il russo Robert Shwartzman e Marcus Armstrong mentre Arthur Leclerc (fratello minore di Charles) promosso in Formula 3 con il team Prema. Completano la classe i giovanissimi Dino Beganovic, il neo-arrivato James Wharton, 14enne australiano selezionato nelle FDA Scouting World Finals e la prima ragazza pilota di casa Ferrari, l’olandese Maya Weug, vincitrice dalla competizione Fia Girls On Track, recentemente intervistata da MotorBox.

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

PARLA MATTIAComincia ufficialmente oggi – spiega il team principal Ferrari, Mattia Binotto – la nuova stagione della Fda. È un momento importante, non solo per gli otto partecipanti alla classe 2021 ma per tutta la Scuderia. Abbiamo sempre detto che l’Academy non è solo una scuola che deve far crescere i migliori talenti per portarli in F1 ma, soprattutto, deve formare quelli che in futuro saranno portacolori della squadra nella massima serie automobilistica. Quest’obiettivo lo abbiamo realizzato con Leclerc e siamo lieti che quest’anno farà il suo debutto anche un altro pilota cresciuto con noi, Mick Schumacher. Oltre ai visi noti di Callum, Robert, Marcus, Arthur e Dino, mi ha fatto piacere salutare le due matricole, Maya Weug e James Wharton, che entrano da quest’anno a far parte dell’Academy. Il loro arrivo è importante perché costituisce la conferma dello sforzo che stiamo facendo anche sul versante dell’inclusione nel motorsport. A tutti loro faccio il mio personale in bocca al lupo per una stagione di crescita e successi, da affrontare con umiltà, determinazione, voglia di imparare, senza smettere mai di inseguire i propri sogni”.


TAGS: ferrari formula 1 f1 mattia binotto mick schumacher ferrari driver academy FDA Maya Weug James Wharton