Daniele Zeri
Pubblicato il 23/01/21

IL PROCESSO DI SELEZIONE  Il primo programma “Girls on Track – Rising Stars” della FIA Women in Motorsport e con la partnership di Ferrari F1 si è concluso con la vittoria di Maya Weug, kartista sedicenne che ha sbaragliato la concorrenza dopo circa un anno di selezioni. Il programma è il primo che ha visto un investimento diretto della FIA alla radice del motorsport, il karting – era infatti iniziato a gennaio scorso, quando alle federazioni nazionali fu chiesto di segnalare i migliori talenti femminili compresi tra i 12 e i 16 anni di età. Ad ottobre 2020, le migliori venti candidate si sono sfidate sul circuito di Le Castellet, dapprima sui kart e poi in monoposto. Attraverso impegnativi workshop che le hanno valutate per la tecnica di guida, la preparazione fisica, l'attenzione alla nutrizione e le capacità comunicative con i media, le quattro finaliste hanno dunque ricevuto l'opportunità dei loro sogni: una settimana di test presso la sede della Scuderia Ferrari, a contatto con piloti e management del più storico team di Formula 1.

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

L'ATTESO VERDETTO Oggi (ieri) il verdetto: è Maya Weug la primissima donna ad entrare a far parte della prestigiosa Ferrari Driver Academy, con un contratto biennale che la vedrà da subito impegnata nel campionato di Formula 4 con il supporto ufficiale del Cavallino. Abbiamo intervistato in esclusiva la giovanissima Maya prima dello storico annuncio, per scoprire meglio chi si cela dietro il nuovo volto della FDA.

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

UN TALENTO MULTIETNICO  Maya Weug nasce a Benissa, un piccolo villaggio sulla Costa Blanca spagnola, da padre olandese e madre belga. Inizia da giovanissima a frequentare i più prestigiosi kartodromi europei e accumula esperienze importanti nelle competizioni internazionali.''La mia passione è iniziata seguendo mio padre quando correva in kart. Da quando ho memoria, ho passato le mie giornate al kartodromo di Oliva, in Spagna, vicino a dove vivo. Quando avevo sette anni, io e mio fratello abbiamo ricevuto un kart per Natale. Da allora ho sempre amato questo sport'', ci ha raccontato. ''Sono orgogliosa dei tanti obiettivi che ho raggiunto finora, soprattutto la vittoria nella WSK Final Cup, è stata una bellissima sensazione. Quell'anno è stato molto speciale per me, perché era la mia prima stagione di gare internazionali e siamo riusciti a lottare per la vetta con una piccola squadra contro tutti i team più importanti. Essere la prima donna a vincere la Copa de Campeones è stato altrettanto importante per me, così come raggiungere il titolo di vice-campionessa spagnola nel 2015''.

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

RISULTATI ECCELLENTI E SPONSOR IMPORTANTI  Nel 2018, Maya Weug vince le selezioni per entrare a far parte del Richard Mille Young Talent Program sul circuito di Lonato – risultato che le spalanca le porte del prestigioso team Birel ART''Il fine settimana della selezione è iniziato nello stabilimento BirelArt di Lissone, dove abbiamo fatto i sedili. Il giorno successivo siamo andati al South Garda Karting dove abbiamo fatto diverse sessioni, tutti con lo stesso assetto e motore per rendere il tutto il più equo possibile.Alla fine della giornata, sono state annunciate le due vincitrici: nella classe OK sono stata selezionata io, mentre Julia Ayoub [una tra le quattro finaliste del programma FIA, ndr] è arrivata prima nella categoria OK Junior. È stato davvero emozionante, uno di quei momenti che ricorderò per sempre. Quando ho iniziato con il team BirelArt era il mio primo anno nella classe OK, quindi ho dovuto un po' adattare il mio stile di guida e la tecnica di frenata al nuovo motore; ci sono molti piccoli dettagli che fanno una grandissima differenza in pista. L'atmosfera era comunque davvero bella e professionale e sono anche stata fortunata ad avere un compagno di squadra come Marijn Kremers [pluricampione europeo e mondiale di kart, ndr] che mi ha aiutata molto.”

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

LO STEP SUCCESSIVO  Come pilota della Richard Mille Young Talent Academy, la Weug ha avuto modo di guidare per la prima volta una vettura di Formula 4 a fine 2019, compiendo un ulteriore passo avanti verso il suo sogno di correre in monoposto. ''Il fine settimana a Le Mans è stato durissimo per il livello altissimo dei piloti in pista, così come per le condizioni climatiche. Il freddo era gelido e c'era molta nebbia, quindi non abbiamo potuto completare tutte le sessioni programmate. Tuttavia ho imparato molto e mi sono divertita a guidare la vettura di F4 su una pista così storica '', ci ha raccontato. Il suo importante palmarés kartistico ha immediatamente reso Maya Weug uno tra i profili più di rilievo all'annuncio delle finaliste.

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

UN SOGNO REALIZZABILE   ''Il programma Rising Stars che la commissione FIA Women in Motorsport ha sviluppato insieme alla Ferrari Driver Academy è un'opportunità unica per una ragazza che voglia farsi strada dal kart alle monoposto. Allo stesso tempo, promuove l'uguaglianza di genere nel motorsport e ispira le giovanissime ad iniziare a correre.Sono molto contenta dell'opportunità che mi hanno dato e lavorerò davvero duramente per avvicinarmi sempre di più al mio sogno''. Un sogno che da oggi sembra quasi essere a portata di mano.

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

MAYA, OLTRE LA PISTA  Maya Weug è una ragazza ambiziosa e iper-concentrata, ma altrettanto umile e grata alle persone che l'hanno supportata in questa prima fase della sua carriera. ''Sono stata davvero fortunata ad essere circondata da molte persone stimolanti. L'anno scorso ho provato a Lonato con Charles Leclerc; è stato davvero speciale, sono una sua grande fan. Ho sempre avuto compagni di squadra molto importanti e veloci, e questo è uno stimolo a lavorare duro.” Una forte personalità al volante così come nella vita quotidiana, le abbiamo chiesto di descriversi al di fuori dei cuircuiti: ''Adoro tutti gli sport e mi piace essere attiva. Direi che ho un carattere molto competitivo, anche a scuola. Ad essere onesti, tutta la mia vita è stata incentrata sul motorsport. Amo restare in forma e in salute e allenarmi. Anche quando sono a casa trascorro molto tempo al simulatore. Mi piace anche trascorrere del tempo con i miei fratelli, la mia famiglia e i miei amici. Il mio obiettivo è diventare un pilota professionista – ovviamente la F1 il sogno, ma sul lungo termine posso solo vedermi lavorare nel Motorsport, in un modo o nell'altro''. E, con un contratto in tasca con la Scuderia Ferrari, non potrebbe che essere altrimenti.

Maya Weug, Ferrari Driver Academy

UN PROGETTO RIVOLUZIONARIO PER FERRARI  Se la prima vincitrice del programma “FIA Girls on Track: Rising Stars” significherà finalmente l'atteso ritorno di una donna nella categoria regina,sarà solo il tempo a dircelo. Per ora, possiamo solo constatare l'enorme progresso che questo contratto rappresenta per l'intero movimento del motorsport femminile.


TAGS: ferrari scuderia ferrari ferrari driver academy Maya Weug