Autore:
Antonio Albertini

TITOLI DIMENTICATI Michael Schumacher e Lewis Hamilton, i due piloti più titolati nella storia della F1, hanno legato i loro cicli d'oro a due scuderie in particolare, Ferrari e Mercedes. Entrambi, però, avevano già vinto almeno un Mondiale in precedenza, rispettivamente con Benetton (1993-1994) e McLaren (2008). Per tutti e due, questi primi titoli sono arrivati con monoposto che non hanno vinto il campionato Costruttori (nel '93 a vincere fu la Williams, nel 2008 la Ferrari). Un particolare che non ha colpito particolarmente Jacques Villeneuve, che in un'intervista al Daily Express ha sottolineato come sia fondamentale disporre di una vettura competitiva per vincere l'iride.

F1 2008, Fuji: Lewis Hamilton (McLaren), Felipe Massa e Kimi Raikkonen (Ferrari) impegnati nel GP Giappone

IL RUOLO DELLA VETTURA "Questi due piloti hanno vinto solo quando hanno avuto la monoposto migliore - ha dichiarato Villeneuve, che nel 1997 battè proprio Schumacher anche grazie alle ottime prestazioni della Williams FW19 - Hanno sempre avuto la macchina migliore in tutta la loro carriera. Se metti Lewis su una Williams ora, non vincerà. È superbravo e prende sempre la decisione giusta su quale sia la squadra di cui far parte. Lì crea un team attorno a se stesso. Questo è tutto. Con una Ferrari avrebbe potuto non vincere".

NO AI CONFRONTI Il canadese ha riconosciuto ai due la capacità di aver creato attorno alla propria figura delle squadre vincenti, un ingrediente fondamentale da unire a monoposto competitiva e pilota di talento. Villeneuve non comprende però i confronti tra piloti di epoche diverse, come quello recentemente fatto da Gerhard Berger che ha accostato Hamilton ad Ayrton Senna: "Questo è il commento più stupido. Potresti anche dire che è il primo a livello di Fangio. Come lo confronti? È un'epoca completamente diversa. Chi lo sa?". Il figlio di Gilles ha concluso riprendendo il ragionamento iniziale: "Pure Senna è un vincitore con la miglior macchina. Anche Prost. È così che va".


TAGS: ferrari mercedes villeneuve mclaren senna schumacher f1 Hamilton Prost