F1 2018 | Villeneuve critica Hamilton: "Si atteggia a Gesù", Wolff lo difende
F1 2018

Villeneuve critica Hamilton: "Si atteggia a Gesù", Wolff lo difende


Avatar Redazionale , il 26/07/18

3 anni fa - Scoppia la polemica tra Jacques Villeneuve e Lewis Hamilton, bersaglio numero uno delle critiche del canadese

Scoppia la polemica tra Jacques Villeneuve e Lewis Hamilton, bersaglio numero uno delle critiche del canadese. Toto Wolff difende il suo campione

JACQUES IL GIUDICE Tra gli opinionisti televisivi che più fanno discutere per i propri giudizi, sempre originali, taglienti e talvolta illuminanti, c'è Jacques Villeneuve, figlio dell'amatissimo Gilles Villeneuve nonché campione del mondo di Formula 1 nel 1997 al volante di una Williams. Il canadese, da diversi anni voce di Sky Sport F1, non si risparmia mai nelle critiche e per questa ragione è stato persino inibito dall'intervistare Lance Stroll, uno dei suoi bersagli preferiti, che più di una volta ha accusato di essere un pilota scarso e raccomandato.

HAMILTON UNO E TRINO Dopo il Gran Premio di Germania però, l'attenzione di Villeneuve si è rivolta a Lewis Hamilton, criticato per i suoi comportamenti, considerati un po' troppo teatrali, e per i toni melodrammatici delle sue uscite. "Ha confuso la Formula 1 con Hollywood" - ha spiegato Jacques - "Ogni cosa che fa sembra essere su un palcoscenico, dipinge sé stesso sui social media come se fosse Gesù". Il modo in cui si è inginocchiato accanto alla sua auto dopo i problemi che ha avuto in qualifica ricordavano un Cristo sofferente. E quello che ha detto subito dopo è stato il Sermone del Monte" - ha proseguito Villeneuve - "Dopodiché  ha gesticolato in maniera teatrale sul podio in modo che chiunque potesse intendere chi avesse mandato quella pioggia improvvisa..."

VEDI ANCHE



LEWIS PROFESSA Lo stesso Lewis Hamilton aveva risposto criticando, tramite il suo account instagram, "gli ex piloti che oggi fanno gli opinionisti". "Non riesco mai a vedere le gare, ma appena sono tornato a casa ho guardato Sky ed è stato sorprendente ascoltare i commenti degli ex piloti, non c'era uno di loro che avesse una buona parola da dire" - ha proseguito Hamilton, infilandoci una frase che, letta con un po' di ironia, sembra quasi dare ragione a Jacques Villeneuve - "Qualunque sia la ragione, vi perdono, La positività e l'amore vincono sempre, non importa quali parole usate per provare a indebolirmi, oggi sono partito 14° e ho chiuso al primo posto. Dio è sempre buono."

TOTO AMMONISCE Va aggiunto che Lewis aveva anche posto il veto sulla presenza, alle interviste post gara, del suo ex compagno di team nonché acerrimo rivale Nico Rosberg, un altro ex pilota oggi opinionista televisivo. Il post di Hamilton è stato comunque rimosso poco dopo la pubblicazione dello stesso, e una critica a questo gesto è arrivata dal suo boss, Toto Wolff, che per difenderlo ha dichiarato: "Ho detto a Lewis di lasciare sui social ogni pensiero e di scrivere ogni cosa che ritenga necessaria. Abbiamo bisogno di storie da raccontare anche se queste possono dividere il pubblico."


Pubblicato da Valerio Colombo, 26/07/2018
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox