BENISSIMO, MA NON ECCELLENTE È andato bene il weekend del Gran Premio del Giappone a Suzuka per la McLaren, ma poteva andare ancora meglio. Allo splendente quinto posto di Carlos Sainz, poteva aggiungersi un piazzamento di prestigio anche per il giovane Lando Norris, la cui gara è stata invece azzoppata dalla sfortuna e dal comportamento di Charles Leclerc, poi punito dalla direzione gara. Il britannico ha infatti raccolto per strada i detriti della monoposto incidentata del monegasco, e un pezzo terminato nei suoi condotti dei freni lo ha costretto a tornare ai box, rovinando la sua gara.

PARTENZA CONTROLLATA "Per me è stata una bella giornata, in generale." - ha spiegato Carlos Sainz al termine della gara. Lo spagnolo è stato abilissimo nel mantenere in vita le gomme Soft con le quali è partito fino al 28° giro, per poter concludere forte nel finale con le Medium. "Le qualifiche sono andate estremamente bene dopo aver bivaccato a centro classifica nelle libere del venerdì. Con P7 e P8 abbiamo terminato davanti ai nostri diretti concorreti. Poi in gara ho fatto una bella partenza e combattutto di nuovo ruota a ruota con Hamilton. Da lì in poi ho controllato il mio ritmo per tutta la prima parte di gara."

SAINZ SUGLI SCUDI "La seconda parte di gara siamo andati particolarmente bene" - ha aggiunto lo spagnolo - "Ho tenuto un ritmo molto sostenuto e sono riuscito a tenermi dietro Leclerc terminando in quinta posizione. Sono molto contento dei risultati odierni, l'unico aspetto negativo è che Lando non sia riusciti a fare punti a causa della sfortuna. La squadra chiaramente meritava un altro piazzamento doppio nei punti qui in Giappone, bravi!."

CHE RISCHIO! Opposto l'umore di Lando, il cui contatto con Albon è stato causato peraltro dal problema occorso ai freni dopo aver raccolto l'endplate dell'ala sinistra di Leclerc: "Una giornata frustrante, ero partito davvero bene tenendomi all'esterno della prima curva, ma ho raccolto i detriti del contatto che c'è stato davanti a me nei condotti dei freni e ho dovuto sfortunatamente rinunnciare alla mia posizione. Ho fatto quello che potevo, ma fino alla fine ho lottato con le gomme senza riuscire a fare progressi significativi. L'incidente con Albon? Mi ha forzato all'esterno, fortunatamente è andata bene, ma poteva tramutarsi in qualcosa di molto peggiore. È entrato rischiando, ma poteva passarmi quando voleva, era molto più veloce. Ma va bene così, sono le gare."


TAGS: formula 1 mclaren Carlos Sainz f1 2019 Lando Norris JapaneseGP 2019 GP Giappone 2019 F1 GP Giappone 2019