DOPPIETTA FERRARI Si sono concluse con qualche difficoltà iniziale le Qualifiche del Gran Premio del Giappone a Suzuka, dove il passaggio del tifone Hagibis ha lasciato i suoi strascichi soprattutto nel vento forte e nelle condizioni meteo ancora difficili. Nonostante alcuni incidenti (Kubica e Magnussen in Q1) provocati proprio dal vento, i tre segmenti di qualifica sono stati completati dai team con la Ferrari protagonista di una crescita impetuosa nel corso dei tre segmenti. Alla fine la pole è andata a Sebastian Vettel, complessivamente più forte di Charles Leclerc per tutta la sessione. Terzo Valtteri Bottas che ha beffato il proprio compagno di squadra Lewis Hamilton per una manciata di millesimi.

VETTEL INCREDULO Non appena transitato sul traguardo Sebastian Vettel ha rilasciato le sue impressioni a caldo a Damon Hill, dopo aver esternato con pacatezza la sua gioia via radio. "Sicuramente non è stato semplice" - ha esordito il tedesco - "Le condizioni erano diverse rispetto a venerdì, però c'era il sole, la gente è felice e anche noi lo siamo. Siamo anche molto sorpresi, non ci aspettavamo di essere in prima fila, sono molto contento perché è stato incredibile con la macchina così leggera sulle gomme, poi con le S... penso di non aver neanche usato i freni a parte nella seconda curva, è stata davvero una sensazione incredibile, mi sono divertito tantissimo, però abbiamo completato soltanto una parte del lavoro, ora dobbiamo guardare a questo pomeriggio. Gli occhi chiusi nel box? In realtà non è la prima volta che lo faccio, volevo semplicemente visualizzare punti principali della pista nella mia testa, però quando sono sceso in pista li ho riaperti gli occhi, perché mi servivano per andare più veloce..."

LECLERC CAUTO Nessun team radio di giubilo invece per Charles Leclerc, che è stato silente durante il giro di rientro e a Damon Hill, che gli chiedeva se continuando a pungolarlo avesser risvegliato Vettel, ha risposto: "Mah, Seb ha fatto un giro fantastico e oggi merita di essere in pole, semplicemente. Io ho faticato un po' sin dall'inizio del weekend ma onestamente devo dire di essere contento del mio giro in qualifica, a parte l'ultimo settore nel quale ho fatto qualche errore, però la pole era impossibile, Seb semplicemente è stato troppo veloce oggi, congratulazioni a lui, sono molto contento ed è stata una grande sorpresa questo primo e secondo posto dopo le prove libere che abbiamo fatto, però la cosa più importante è che spero di poter mantenere questa posizione. Le Mercedes sono molto forti sul passo quindi non sarà semplice, però noi cercheremo di concentrarci sul nostro la voro per mantenere questa doppietta."

BOTTAS SERENO Infine Valtteri Bottas, che dopo i primi posti nelle PL1 e PL2 è riuscito a battere il compagno anche in qualifica, ma non le due Ferrari: "Sembravamo piuttosto forti prima delle qualifiche, però sapevamo comunque che la Ferrari aveva qualcosa in tasca di motore, in Q3 sono state semplicemente inavvicinabili, soprattutto per la velocità in rettilineo. Nelle curve siamo andati bene, abbiamo un nuovo pacchetto con dei componenti aerodinamici che ci hanno dato buone sensazioni, ma che non sono bastati. Proveremo a passargli davanti, nulla è perduto. Certo non è il punto di patenza ideale ma vedremo cosa accarà. È sempre bello battere il proprio compagno di squadra, era un po' che non ci riuscivo, è una bella senzazione, per quanto riguarda il titolo costruttori abbiamo fatto il massimo oggi, vedremo se basterà in gara e se non ci riusciremo ci proveremo la prossima volta."


TAGS: ferrari mercedes formula 1 f1 2019 JapaneseGP 2019 GP Giappone 2019 F1 GP Giappone 2019