Pubblicato il 11/12/2019 ore 10:15

QUATTRO GP Nel giorno stesso in cui i dieci team iscritti al mondiale hanno rigettato all'unanimità le gomme progettate dalla Pirelli per il prossimo Campionato di Formula 1, la casa milanese ha subito annunciato le mescole scelte per i primi quattro GP del 2020. Questa reattività può essere letta come un segnale di mal digestione di tale decisione dei team, che erano stati caldamente invitati a conoscere i pneumatici 2020, molto più promettenti dei precedenti secondo Pirelli, ma è evidentemente prevalso nelle scuderie il desiderio di mantenere gomme di cui il comportamento era ben noto.

C2, C3, C4 Costretta così a cestinare il lavoro dell'ultimo anno, la Pirelli ha così subito annunciato le mescole scelte per i GP di Australia, Bahrain, Vietnam e Cina, ben conoscendo come si comportano i pneumatici 2019 su tre di queste piste tranne la novità Hanoi, dove il prossimo 5 aprile andrà per la prima volta in scena il Gran Premio del Vietnam. Le mescole sono peraltro identiche per tutti gli appuntamenti, dove ai team saranno consegnati il numero che sceglieranno di set di C2 con spalla bianca Hard, C3 con spalla gialla Medium e C4, le gomme da qualifica, con spalla rossa Soft.

14 SETTIMANE Non deve comunque sorprendere una decisione con tale anticipo, visto che per le gare extra-europee Pirelli è attesa ad annunciare le mescole con 14 settimane di anticipo (esattamente quante ne mancano per Melbourne), contro le 9 di quelle europee. E così, viste anche le imminenti festività natalizie, si è probabilmente scelto di portarsi avanti nell'annunciare anche le scelte per Sakhir, Hanoi e Shanghai.


TAGS: pirelli formula 1 gp cina GP bahrain f1 2020 gp australia GP Vietnam