Autore:
Valerio Colombo

VENERDÌ ROSSO Va in archivio la prima giornata in pista a Monza, con tante buone notizie per i tifosi della Ferrari ma anche con un Lewis Hamilton che è lì e venderà cara la pelle domenica, dove punta a vincere il suo quinto Gran Premio d'Italia. Dopo due sessioni di prove però, il migliore è il ferrarista Sebastian Vettel, che nonostante una perdita del retrotreno in parabolica, ho portato a termine una giornata piuttosto positiva, stabilendo il miglior tempo di giornata (1'21"105) nelle FP2, a circa 1"6 dallo storico record della pista di Juan Pablo Montoya (1'19"525 con la Williams nel 2004). Ottimo anche il passo gara delle due Ferrari, che oggi hanno fatto en plein con Kimi Raikkonen staccato di 270 millesimi dal tedesco, poi Lewis Hamilton con la Mercedes a 289 millesimi.

SEB TRANQUILLO Davanti alle telecamere delle interviste, Sebastian Vettel si mostra tranquillo e cerca di tenere i piedi per terra, ma il suo sorriso tradisce le sue vere emozioni. "Tutto bene oggi, stamattina abbiamo girato poco ma il pomeriggio è stato buono" - ha spiegato il tedesco - "Il bilanciamento della macchina ancora non è perfetto ma penso che per domani ci possiamo lavorare. Non so che meteo troveremo ma la macchina funziona. Stamattina ho avuto un piccolo problema (al cambio, non quello che userà in gara), volevo girare ma abbiamo voluto prima verificare la macchina, così ho perso un po' di tempo e al pomeriggio ho esagerato un po' (in occasione dell'uscita di pista). Kimi dice che puntiamo a vincere? Sembra saperla lunga... sicuramente la macchina ha funzionato bene oggi, speriamo di poterci confermare anche nei prossimi giorni."

KIMI OTTIMISTA L'autore della miglior simulazione gara della giornata è proprio Kimi Raikkonen, l'unico capace di girare costantemente sotto il passo dell'1'25 e perdipiù con gomma Soft, più dura della Supersoft testata dai rivali della Mercedes. Il finlandese è stato particolarmente avaro di dichiarazioni - come quasi sempre - ma ben deciso: "Ovviamente abbiamo potuto girare poco sull'asciutto, al mattino pioveva e poi c'è stata una bandiera rossa a inizio sessione, ma è andata bene. Vincere? Ci puntiamo di sicuro."

LEWIS PREOCCUPATO A corroborare la tesi che la Ferrari sia la favorita anche questo fine settimana, arriva Lewis Hamilton, che non del tutto soddisfatto ha raccontato: "Come ci attendevamo la Ferrari è più veloce di noi sia sul passo gara che in configurazione da qualifica, dobbiamo cercare di sistemare la vettura nella notte per tentare di poter essere competitivi. Stiamo tutti lavorando tantissimo, come mai avvenuto prima, ce la metteremo tutta."

COMPARSE Gli altri tre top driver sembrano relegati a ruolo di comparsa in questo fine settimana. Valtteri Bottas, compagno di Lewis Hamilton in Mercedes, ha ribadito quanto detto dal compagno: "La Ferrari è stata più veloce di noi, però soprattutto in configurazione da qualifica possiamo ancora migliorare." La Red Bull invece, come avviene da qualche gara a questa parte, deve sperare che piova per poter essere competitiva: "In condizioni di asicutto siamo troppo lenti" - ha spiegato Max Verstappen - "Però sui long-run non andiamo male, anche se non credo che sia sufficiente per permetterci di lottare per la vittoria." Gli fa eco Daniel Ricciardo: "L'upgrade del motore Renault ci ha dato segnali positivi, ma ancora abbiamo un grosso gap da Ferrari e Mercedes."

Foto di Andrea Lorenzina e Stefano Arcari per AessePhoto


TAGS: ferrari formula 1 vettel Raikkonen f1 2018 GP Italia 2018 Monza 2018