Pubblicato il 05/10/20

RETROMARCIA Insieme al Gp dell’Eifel al Nurburgring, a quello di Emilia Romagna a Imola e all’inedito appuntamento di Portimao, il Gran Premio di Turchia è un’altra delle grandi novità nello strano calendario del mondiale 2020 di Formula 1. Il ritorno dell’apprezzata pista di Istanbul, al contrario di quanto inizialmente previsto, non sarà però accompagnato dal saluto di un caloroso pubblico che aveva praticamente già preso d’assalto (anche grazie ai prezzi popolari) i 40.000 biglietti messi in vendita nelle scorse settimane: il governo turco ha infatti disposto che l’evento – comunque non a rischio di cancellazione – si disputi a porte chiuse per limitare il rischio di diffusione del contagio di CoViD-19 nel Paese.

F1, vista aerea del circuito di Istanbul Park

DOPO SOCHI La decisione è arrivata dopo l’incremento dei casi in Turchia, un Paese il cui trend è paragonabile a quello di tanti altri Stati europei che stanno a poco a poco fronteggiando l’annunciata “seconda ondata” di coronavirus. La notizia arriva una settimana dopo che sul circuito di Sochi si è registrata un’affluenza record, mentre restano per adesso confermate le “porte aperte” (pur se con ingressi contingentati) per le prossime gare di Nurburgring, Portimao e Imola. Proprio “l’Inferno verde” aprirà le danze nel weekend, con circa 20.000 spettatori ammessi, un numero che sarà praticamente raddoppiato tra tre settimane sul circuito dell’Algarve. Poco meno di 15.000 spettatori giornalieri – 13.147 per la precisione, qui le info sui tagliandi – potranno invece assistere al Gp di Emilia Romagna che segnerà il ritorno in calendario del tracciato di Imola dopo 14 anni di assenza.

F1, veduta aerea del circuito di Istanbul

10 CONTAGIATI Proprio a Sochi, la Formula 1 ha anche dovuto fronteggiare il numero record di 10 persone positive al tampone sui 1.822 test effettuati. Un numero che però da Liberty Media assicurano non essere in nessun modo connesso con il ritorno in massa del pubblico sugli spalti, visto che il personale che può accedere nel paddock vive costantemente nella “bolla” e non ha contatti con l’esterno nel corso del weekend di gara. Il Gran Premio di Turchia 2020 è in programma nel fine settimana del 15 novembre.


TAGS: formula 1 f1 Coronavirus CoViD-19 GP Turchia F1 Istanbul Biglietti F1