Pubblicato il 07/04/20

INIZIO ANCORA POSTICIPATO È arrivata in anticipo di una settimana rispetto a quanto annunciato in precedenza dagli organizzatori la decisione sul destino del GP Canada 2020. La gara in programma a Montreal a metà giugno ha subìto lo stesso destino dei precedenti appuntamenti nel calendario del Mondiale di F1, venendo rinviata a data da destinarsi a causa dell'emergenza Covid-19.

DECISIONE DIFFICILE In un comunicato, i promoter del GP Canada hanno dichiarato: ''Questo rinvio non è stato una decisione presa alla leggera o facilmente. Nell'ultimo mese siamo stati in costante comunicazione con la F1 e con i rappresentanti della città di Montreal, con Tourism Montreal e con i governi provinciali e federali. Abbiamo ascoltato le direttive emesse dai funzionari della sanità pubblica che, come risultato diretto della pandemia di coronavirus, stanno seguendo la guida fornità dalle autorità. I nostri pensieri e i nostri più sinceri ringraziamenti vanno agli uomini e alle donne che lavorano instancabilmente per mantenerci sani, al sicuro e nutriti durante questi tempi incerti''.

SPERANZA RINVIATA Gli organizzatori hanno cercato fino all'ultimo di avere l'onore di ospitare la prima gara della tribolata stagione 2020, ma la necessità di iniziare i preparativi per l'appuntamento entro la fine di aprile e l'attuale situazione di incertezza a livello mondiale hanno fatto tramontare questo sogno. Come quasi tutti gli altri appuntamenti finora in programma, ad eccezione di Australia e Monte Carlo, anche il GP Canada non è stato annullato ma solo rinviato: se le condizioni lo permetteranno, la tappa di Montreal troverà spazio nel nuovo calendario che la F1 stilerà non appena il futuro sarà meno incerto. Per questo motivo, tutti i biglietti già venduti restano al momento validi.


TAGS: f1 gp canada Coronavirus rinvio