Pubblicato il 18/03/2020 ore 18:30

IN PRINCIPIO FU LA CINA Quando ancora l'avvio della stagione 2020 di F1 era lontano, nessuno pensava che quanto stava accadendo nella città cinese di Wuhan potesse condizionare così tanto le nostre vite. A distanza di meno di due mesi, la diffusione del Covid-19 è stata definita una pandemia dall'OMS e gli effetti devastanti del contagio li stiamo toccando con mano nelle nostre vite quotidiane. Dopo che il GP Cina, su richiesta delle autorità locali, è stato annullato con giusto anticipo, a Melbourne la F1 si è scontrata con un'emergenza  che pareva aver sottovalutato. L'annullamento del GP Australia a poche ore dal via porta il Circus a confrontarsi con l'idea di sospendere per diverse settimane ogni attività in calendario, così come deciso già da altri grandi tornei sportivi, come la Serie A di calcio, l'NBA e l'Eurolega di basket, l'ATP di tennis.

ALLARME EUROPA La diffusione a livello globale del coronavirus sta rendendo difficili anche gli spostamenti tra nazioni diverse, ponendo grossi punti di domanda sui prossimi gran premi in programma. Vediamo, stato per stato, qual è la situazione aggiornata dei casi di Covid-19 nei paesi presenti nel calendario 2020 del Mondiale di F1. Come potrete notare, il numero dei contaggi è particolarmente preoccupante in Europa, dove il Circus dovrebbe cominciare a gareggiare nel primo weekend di maggio con il rientrante GP Olanda.

CASI DI CORONAVIRUS NEI 22 PAESI SEDI DI GRAN PREMI F1*

GP # Nazione Casi totali Nuovi casi
1 Australia** 565 110
2 Bahrain** 255 14
3 Vietnam** 75 9
4 Cina** 80894 13
5 Olanda 2051 346
6 Spagna 13910 2084
7 Monaco 9 0
8 Azerbaijan*** 34  
9 Canada*** 598  
10 Francia*** 7730  
11 Austria 1646 314
12 Gran Bretagna 2626 676
13 Ungheria 58 8
14 Belgio 1486 243
15 Italia 35713 4207
16 Singapore 313 47
17 Russia 147 33
18 Giappone 899 21
19 Stati Uniti 7678 1267
20 Messico 93 11
21 Brasile 367 31
22 Abu Dhabi*** 113  

*Dati aggiornati alle 18:30 ora italiana. Fonte Worldometers
**Gare già annullate
***Dato del 17/03


TAGS: calendario f1 2020 Coronavirus