Pubblicato il 03/08/20

CHI SBAGLIA DI PIÙ? Rieccoci per il nostro apuntamento fisso con i lettori di Motorbox, la nostra tabella degli errori del Campionato del Mondo di Formula 1 2020. Le discussioni su chi è il pilota più bravo e chi il meno bravo del Campionato sono all'ordine del giorno, e noi vi forniamo un dato in più per farvi un'idea, che resterà comunque soggettiva e personale visti quei 2-3000 altri parametri che servirebbero per giudicare la bravura complessiva di un pilota. Abbiamo annotato solamente gli errori di guida del pilota e scartato quelli dovuti all'auto, considerando anche le infrazioni al regolamento che hanno portato a una conseguenza. Il risultato è quanto segue. Buona lettura della nostra ''Tabella degli errori''.

Errori 2020 - La classifica dopo il GP Gran Bretagna 2020

Pos Pilota TOTALE AUT STI UNG GBR F170 SPA BEL ITA TOS RUS EIF POR EMR
1 Sebastian Vettel (Ferrari) 13,5 3 1 4,5 5                  
2 Sergio Perez (Racing Point) 8,5 1,5   7                    
3 Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) 7,5 2 2   3,5                  
  Alex Albon (Red Bull) 7,5 0,5 3   4                  
5 Lewis Hamilton (Mercedes) 6 5     1                  
  Nicholas Latifi (Williams) 6 1,5 1 2 1,5                  
7 Charles Leclerc (Ferrari) 5,5   5   0,5                  
8 George Russell (Williams) 5   3   2                  
9 Romain Grosjean (Haas) 4,5 3,5 1                      
10 Max Verstappen (Red Bull) 4 1 1 2                    
  Valtteri Bottas (Mercedes) 4 1   3                    
  Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) 4 0,5   3 0,5                  
13 Lando Norris (McLaren) 2   2                      
14 Daniil Kvyat (Alpha Tauri) 1 0,5 0,5                      
  Daniel Ricciardo (Renault) 1   1                      
  Pierre Gasly (Alpha Tauri) 1   1                      
17 Robert Kubica (Alfa Romeo) 0,5     0,5                    
18 Esteban Ocon (Renault) 0                          
  Lance Stroll (Racing Point) 0                          
  Carlos Sainz (McLaren) 0                          
  Kevin Magnussen (Haas) 0                          

Errore nelle Prove Libere = 1 punto se con conseguenze, 0,5 punti se senza conseguenze
Errore nelle Qualifiche = 2 punti con conseguenze, 1 punto se senza conseguenze
Errore in Gara = 3 punti con conseguenze, 1,5 punti se senza conseguenze
Penalità in griglia derivata da un errore, sia nelle libere sia nelle qualifiche = 2 punti

F1 GP Gran Bretagna 2020, Silverstone: Sebastian Vettel (Scuderia Ferrari)

Errori 2020 - Numero complessivo di errori

Pos Pilota TOTALE AUT STI UNG GBR F170 SPA BEL ITA TOS RUS EIF POR EMR
1 Alex Albon (Red Bull) 7 1 4   2                  
2 Nicholas Latifi (Williams) 6 2   2 2                  
  Sebastian Vettel (Ferrari) 6 1 1 2 2                  
4 Max Verstappen (Red Bull) 5 2 1 2                    
  Sergio Perez (Racing Point) 5 1   4                    
6 Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) 4 1 1   2                  
7 Romain Grosjean (Haas) 3 2 1                      
  Lewis Hamilton (Mercedes) 3 2     1                  
  Charles Leclerc (Ferrari) 3   2   1                  
  Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) 3 1   1 1                  
11 Daniil Kvyat (Alpha Tauri) 2 1 1                      
  Pierre Gasly (Alpha Tauri) 2 1 1                      
  Valtteri Bottas (Mercedes) 2 1   1                    
  George Russell (Williams) 2   1   1                  
15 Lando Norris (McLaren) 1   1                      
  Daniel Ricciardo (Renault) 1   1                      
  Robert Kubica (Alfa Romeo) 1     1                    
18 Esteban Ocon (Renault) 0                          
  Lance Stroll (Racing Point) 0                          
  Carlos Sainz (McLaren) 0                          
  Kevin Magnussen (Haas) 0                          

Dettaglio errori Gran Premio di Gran Bretagna 2020, Silverstone

  • Prove libere 1 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) - Testacoda nella ghiaia - 0,5 punti
  • Prove libere 1 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) - Testacoda con bloccaggio - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Charles Leclerc (Ferrari) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Alex Albon (Red Bull) - Incidente - 1 punto
  • Prove libere 2 - Nicholas Latifi (Williams) - Testacoda - 0,5 punti
  • Qualifiche - Nicholas Latifi (Williams) - Testacoda - 1 punto
  • Qualifiche - Lewis Hamilton (Mercedes) - Testacoda - 1 punto
  • Qualifiche - George Russell (Williams) - Bandiera gialla ignorata (Penalità: +5 posizioni in griglia) - 2 punti
  • Qualifiche - Sebastian Vettel (Ferrari) - Infrazione Track limit, perdita di un giro buono per partire più avanti in griglia (9° anziché 10°) - 2 punti
  • Gara - Alex Albon (Red Bull) - Incidente con Magnussen (Penalità +5 secondi al pit stop) - 3 punti
  • Gara - Sebastian Vettel (Ferrari) - Bloccaggio e lungo, passato da Ocon - 3 punti
  • Gara - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) - Sotto il tempo limite con Safety Car (Penalità +5 secondi al pit stop) - 3 punti

NOTE. Non è presente in tabella l'incidente di Daniil Kvyat in gara in quanto dovuto a un cedimento strutturale sulla sua Alpha Tauri e non a un errore del pilota.

Dettaglio errori Gran Premio di Ungheria 2020, Budapest

  • Prove libere 1 - Robert Kubica (Alfa Romeo) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 1 - Sergio Perez (Racing Point) - Bloccaggio con danni alla gomma - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Sergio Perez (Racing Point) - Lungo nella ghiaia - 0,5 punti
  • Prove libere 3 - Max Verstappen (Red Bull) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 3 - Nicholas Latifi (Williams) - Testacoda - 0,5 punti
  • Gara - Max Verstappen (Red Bull) - Incidente nel giro di formazione - 1,5 punti
  • Gara - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) - Errore di posizionamento (Penalità +5 secondi al pit stop) - 3 punti
  • Gara - Valtteri Bottas (Mercedes) - Partenza sbagliata (Sceso da secondo a sesto)  - 3 punti
  • Gara - Sergio Perez (Racing Point) - Partenza sbagliata (Sceso da quarto a settimo) - 3 punti
  • Gara - Sebastian Vettel (Ferrari) - Bloccaggio e lungo, passato da Albon - 1,5 punti
  • Gara - Sergio Perez (Racing Point) - Perdita di controllo (Passato da Vettel e Albon) - 3 punti
  • Gara - Sebastian Vettel (Ferrari) - Bloccaggio e lungo (Passato da Albon) - 3 punti
  • Gara - Nicholas Latifi (Williams) - Testacoda - 1,5 punti

NOTE. L'errore di Max Verstappen prima dello schieramento è da considerarsi senza conseguenze poiché è riuscito a scattare dalla posizione conquistata in qualifica. Le partenze con ingente perdita di posizione sono considerate errori. Il primo bloccaggio di Vettel in gara è stato considerato errore senza conseguenze in quanto era comunque davanti ad Albon con la strategia, mentre il secondo con conseguenze perché gli è costato la posizione. L'unsafe release ricevuto da Latifi con conseguente foratura non è stato considerato un errore in quanto la responsabilità è della squadra, mentre il testacoda fatto più tardi sì, ma senza conseguenze in quanto era già ultimo.

Dettaglio errori Gran Premio di Stiria 2020, Spielberg

  • Prove libere 1 - Daniil Kvyat (Alpha Tauri) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 1 - Lando Norris (McLaren) - Bandiera gialla ignorata (Penalità: +3 posizioni in griglia) - 2 punti
  • Prove libere 2 - Alex Albon (Red Bull) - 2x Testacoda - 1 punto
  • Prove libere 2 - Daniel Ricciardo (Renault) - Incidente (Danni all'auto) - 1 punto
  • Qualifiche - Romain Grosjean (Haas) - Escursione nella ghiaia - 1 punto
  • Qualifiche - Alex Albon (Red Bull) - Testacoda + Escursione in ghiaia - 2 punti
  • Qualifiche - Nicholas Latifi (Williams) - Escursione nella ghiaia - 1 punto
  • Qualifiche - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) - Testacoda con toccata (Perdita giro buono) - 2 punti
  • Qualifiche - Sebastian Vettel (Ferrari) - Testacoda - 1 punto
  • Qualifiche - Pierre Gasly (Alpha Tauri) - Escursione nella ghiaia - 1 punto
  • Qualifiche - Max Verstappen (Red Bull) - Testacoda - 1 punto
  • Qualifiche - Charles Leclerc (Ferrari) - Impeeding a Kvyat (Penalità: +3 posizioni in griglia) - 2 punti
  • Gara - Charles Leclerc (Ferrari) - Incidente (Ritiro) - 3 punti
  • Gara - George Russell (Racing Point) - Escursione sulla ghiaia (Perdita posizioni) - 3 punti

NOTE. L'errore di Max Verstappen in qualifica all'ultimo giro, è stato considerato ''Testacoda'', definizione in cui inseriamo anche le perdite della monoposto degne di nota.

Dettaglio errori Gran Premio d'Austria 2020, Spielberg

  • Prove libere 1 - Max Verstappen (Red Bull) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 1 - Pierre Gasly (Alpha Tauri) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Daniil Kvyat (Alpha Tauri) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Nicholas Latifi (Williams) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Alex Albon (Red Bull) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Romain Grosjean (Haas) - Testacoda - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) - Escursione nella ghiaia - 0,5 punti
  • Prove libere 2 - Max Verstappen (Red Bull) - Escursione nella ghiaia - 0,5 punti
  • Prove libere 3 - Nicholas Latifi (Williams) - Incidente (Auto danneggiata) - 1 punto
  • Qualifiche - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) - Escursione nella ghiaia (Perdita giro buono) - 2 punti
  • Qualifiche - Valtteri Bottas (Mercedes) - Escursione nella ghiaia con testacoda - 1 punto
  • Qualifiche - Lewis Hamilton (Mercedes) - Bandiera gialla ignorata (Penalità: +3 posizioni in griglia) - 2 punti
  • Gara - Romain Grosjean (Haas) - Testacoda (Perdita posizioni) - 3 punti
  • Gara - Sebastian Vettel (Ferrari) - Testacoda (Perdita posizioni) - 3 punti
  • Gara - Lewis Hamilton (Mercedes) - Incidente (Contatto con Albon, penalità +5 secondi sul tempo finale) - 3 punti
  • Gara - Sergio Perez (Racing Point) - Pit Limit Penalty - 1,5 punti

NOTE. Per conseguenze si intende sulle prestazioni o sul risultato del pilota stesso. Nel caso del Gran Premio d'Austria l'infrazione di pit limit penalty commessa da Perez non ha avuto conseguenze in quanto i 5 secondi di penalità ricevuti non hanno comportato un cambio della posizione. La bandiera gialla ignorata da Lewis Hamilton nelle qualifiche è da considerarsi un errore in quanto ha portato alla penalità in griglia di 3 posizioni, così come il suo contatto in gara con Albon. Non è da considerare invece con conseguenze (per sé stesso) l'escursione di Valtteri Bottas nelle qualifiche, che ha sì portato a una bandiera gialla ma che non ha influito - con il senno di poi - sul suo risultato.


TAGS: formula 1 vettel Raikkonen Hamilton grosjean kvyat verstappen perez giovinazzi bottas gasly f1 2020 Albon Latifi GP Austria 2020 AustrianGP 2020 Errori GP Austria 2020