Pubblicato il 12/09/20

CHE FRETTA C'ERA, MALEDETTA PRIMAVERA Nel 2021 Sebastian Vettel sarà ancora in F1, al volante dell'Aston Martin. Uno scenario divenuto sempre più concreto nelle ultime settimane, ma tuttaltro che sicuro in primavera, quando la Ferrari ufficializzò l'ingaggio di Carlos Sainz per il prossimo anno in sostituzione del quattro volte campione del mondo. Il lieto fine per il tedesco permette ora a Mattia Binotto di mostrare la propria soddisfazione per questa conclusione, arrivando addirittura a sottolineare il ruolo positivo giocato dallo stesso team di Maranello.

I MERITI DEL TEMPISMO FERRARI Nella conferenza stampa del venerdì al Mugello, Binotto ha spiegato: ''Siamo molto felici per questa conclusione. Penso che il fatto che gli abbiamo comunicato all'inizio della stagione la nostra decisione per il prossimo anno fosse davvero per dargli tutte le possibilità di trovare un posto per il 2021, quindi sono finalmente felice per lui come persona. Come pilota, penso che sia fantastico per la F1 che faccia ancora parte della griglia il prossimo anno, perché è un quattro volte campione del mondo e credo che sia un pilota fantastico''.

F1, GP Ungheria 2020: Sebastian Vettel consulta gli appunti durante la track walk

UN NUOVO AVVERSARIO Da uomo squadra a rivale diretto, il cambio di scenario per Vettel è dietro l'angolo. Come dimostra questa stagione, la Racing Point/Aston Martin è ormai una concorrente della Ferrari, attualmente superiore come prestazioni. A riguardo, Binotto ha commentato iniziando con una frase alla Kimi Raikkonen: ''Farà bene in Aston Martin, in Racing Point o in qualsiasi cosa sia? Penso di sì, spero che vada bene, certamente. Credo che potremo sfidarlo il prossimo anno e speriamo di essergli semplicemente davanti''.


TAGS: ferrari vettel f1