Pubblicato il 22/07/20

NUOVO ASSALTO AL CATINO DELL'INDIANA Prima di concentrarsi sul suo ritorno in F1 con la Renault, Fernando Alonso sta preparando il suo terzo assalto alla 500 Miglia di Indianapolis, competizione che quest'anno si terrà a fine agosto dopo il rinvio dalla consueta data di maggio provocato dalla pandemia di coronavirus. Pandemia che sta ancora colpendo duramente negli Stati Uniti, complicando i trasferimenti per piloti e team verso lo stato dell'Indiana.

PRECEDENZA ALLA INDY 500 A spiegarlo è stato lo stesso Alonso, parlando della sua tabella di marcia per i prossimi mesi: ''Ho assistito alle gare di F1 e ora guardo avanti a Indianapolis, che è la mia sfida di quest'anno - ha dichiarato al giornale spagnolo Marca - È difficile a causa della situazione con le infezioni negli Stati Uniti e ci sono difficoltà di viaggio. Non ci sono voli, abbiamo bisogno di permessi, ma bello arrivare là e fare la gara. A settembre penserò quindi alla F1 e all'anno prossimo, non vedo l'ora di vivere un'altra avventura''.

500 Miglia di Indianapolis 2020, la livrea di Fernando Alonso (Arrow McLaren SP)

PRONTO A LOTTARE La voglia di tornare è tale che Alonso è pronto ad affrontare un 2021 che come valori in campo non sarà molto diverso a questo 2020, con la Renault impegnata nell'accesa lotta per le posizioni in zona punti: ''Le auto del prossimo anno saranno le stesse che stiamo vedendo ora, quindi sono consapevole di dove potrebbe essere la Renault e che non combatteremo per le posizioni di vertice. Ma il lavoro per cercare di migliorare in vista del 2022 con una squadra e un ambiente forti è eccitante. Ad ogni modo, quando abbasso la visiera, non mi interessa se è per la decima, settima o quarta posizione, per me sembrerà sempre l'ultima curva del campionato del mondo''.


TAGS: renault alonso indianapolis f1