RITORNO IMPROBABILE Diciamolo chiaramente. Un ritorno di Fernando Alonso in Formula 1, a meno di clamorose rivoluzioni, non è probabile, anche se sarebbe estremamente gradito ai fan. Negli scorsi mesi il pilota spagnolo - attualmente impegnato a preparare il suo primo Raid Dakar - era apparso possibilista circa un suo ritorno sulle massime scene. Il primo a porre dei "se" era stato il suo manager Flavio Briatore, che aveva dichiarato che lo spagnolo sarebbe potuto tornare solamente solo in un top team, quindi in Ferrari, Mercedes o Red Bull.

Fernando Alonso test Dakar in Sud Africa

NON È NEI PIANI Alle parole del suo manager si sono aggiunte quelle dello stesso Alonso, intervistato ai margini di una gara di kart dall'emittente spagnola La Sexta: "Vedremo, tutti mi chiedono quando tornerò, ma non è nei miei piani immediati. A medio termine... forse dopo un po' di tempo ci penserò." Incalzato dal cronista, alla domanda se la Ferrari gli avesse offerto un contratto cosa avrebbe fatto, lo spagnolo ha tagliato corto: "Non lo so."

VORREI MA NON POSSO Chi ha provato a incalzare Alonso è stata anche la rivista GQ, alla quale lo spagnolo ha risposto: "Non è impossibile un mio ritorno in Formula 1, ma sta diventando sempre più difficile per ragioni d'età. Attualmente potrei tornare indietro e divertirmi ancora, ma lo vedo improbabile visti i miei ultimi anni nel campionato. Nulla è cambiato, ho salutato ad Abu Dhabi nel 2018, dopo tanti anni ho dovuto fare un respiro profondo e schiarirmi le idee, gli ultimi anni erano stati difficili." In sostanza un'ammissione di volontà che non potrebbe realizzarsi in un contesto come quello venutosi a creare nelle sue ultime stagioni nella massima serie.

Alonso (McLaren) a colloquio con un membro della Ferrari

LIBERTÀ Fernando ha poi parlato dei suoi progetti imminenti, come il Raid Dakar che sta preparando con la Toyota, di cui si sta godendo ogni aspetto: "La libertà che c'è qui in Formula 1 non esiste. Non so trovare la parola giusta, ma supponiamo che in Formula 1 sei come una marionetta della squadra. Per tutto il giorno ti viene detto cosa fare, cosa mangiare, come allenarti, quando andare a letto. Questa esperienza con vista Dakar mi sta facendo già diventare un pilota completo, ed è esattamente per questo che ho deciso di fare cose diverse. Con un po' di fortuna sarei potuto diventare campione del mondo tre o quattro volte, ma non credo che avrei avuto il rispetto che ho oggi anche senza fare le altre esperienze che ho fatto."


TAGS: ferrari mercedes formula 1 red bull mclaren fernando alonso alonso Hamilton