Pubblicato il 01/07/21

IL SOCCORSO DI BERNIE La decisione della Ferrari, comunicatagli nella primavera del 2020, di sostituirlo con Carlos Sainz ha preso ovviamente alla sprovvista Sebastian Vettel. Il quattro volte campione del mondo si è trovato improvvisamente senza piani per il futuro e ha passato diversi mesi senza un'idea chiara di cosa avrebbe fatto nel 2021, prima di intavolare la decisiva trattativa con l'Aston Martin nel corso dell'estate. Un ruolo decisivo nel contatto con la scuderia di Lawrence Stroll è stato giocato da Bernie Ecclestone, ex CEO della F1 e grande amico del tedesco.

ABBANDONATO A svelarlo è stato proprio il novantenne britannico in un'intervista a Sport Bild: ''È stato lasciato solo l'anno scorso - ha detto riguardo al trattamento riservatogli dalla Ferrari - Ecco perché ho cercato in background di tenerlo in F1 e di farlo entrare in una buona squadra. Volevo che fosse di nuovo felice''.

F1, GP Azerbaijan 2021: Sebastian Vettel sul podio

RITORNO AGLI ANTICHI FASTI Dopo un avvio di 2021 difficile, Vettel sembra aver preso le misure dell'Aston Martin, ottenendo dei buoni risultati nelle gare di Monaco, Azerbaijan e Francia. In particolare, a Baku è anche arrivato il primo podio della sua avventura con il nuovo team: ''Gli ho inviato un messaggio di testo e gli ho detto: 'Sembra che tu stia diventando di nuovo il vecchio Seb''' - ha raccontato Ecclestone - La squadra deve solo mettere tutto insieme. Spero davvero che l'Aston Martin gli dia una macchina che possa vincere il prima possibile''.


TAGS: vettel f1 ecclestone