Rally Tuscan Rewind: Basso è campione italiano rally 2019
CIR 2019

Rally Tuscan Rewind: Basso è campione italiano rally 2019


Avatar di Andrea Minerva , il 23/11/19

2 anni fa - Il pilota del team Loran vince anche il rally dopo un finale mozzafiato

Il pilota del team Loran vince anche il rally dopo un finale mozzafiato

Benvenuto nello Speciale RALLY TUSCAN REWIND 2019, composto da 5 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario RALLY TUSCAN REWIND 2019 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SUPER “GIANDO” Un vero e proprio capolavoro. Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincono la 10° edizione del Rally “Tuscan Rewind” e di conseguenza anche il Campionato Italiano Rally 2019 con la Skoda Fabia R5 del team Loran. Questa vittoria va considerata come un’autentica impresa perché conquistata al termine di una gara infinita, tesa, vibrante e risolta solo negli ultimi chilometri. Una gara già entrata nella storia del rallysmo italiano. Più di ogni altra descrizione vale il racconto di quella che era la classifica del rally prima dell’ultima prova speciale, la “Torrenieri – Castiglion del Bosco”, di oltre 27km. Allo start di questo tratto cronometrato, Rossetti (Citroen C3 R5) era al comando con 2 secondi e 2 decimi di vantaggio nei confronti di Andrea Crugnola (Vw Polo Gti R5) e 3 secondi e 7 decimi rispetto a Giandomenico Basso (Skoda Fabia R5). Campedelli era quarto ad oltre 16 secondi dopo la foratura patita nel mattino. Questa situazione avrebbe virtualmente assegnato il Titolo tricolore a Rossetti, ma l’ultima prova speciale è stata il teatro di un finale imprevedibile, da brividi. Dopo essere stato svantaggiato dal dover partire davanti a tutti per l’intero rally, situazione critica in una gara su terra, il “Giando” ha questa volta ribaltato questo elemento a proprio favore transitando sulla prova mentre la pioggia era ancora scarsa, condizione meteo che è poi peggiorata al passaggio degli avversari. Allo stesso tempo Rossetti rimaneva vittima di una foratura alla gomma anteriore sinistra che lo costringeva, dopo lo stop e la sostituzione, ad arrivare alla fine della “Torrenieri” con un distacco di 3 minuti e 52 secondi da Basso. Crugnola chiudeva invece secondo, ma pagando un ritardo abbastanza elevato, 13 secondi, dallo stesso Basso. Campedelli finiva invece addirittura fuori strada, per fortuna senza nessuna conseguenza per l’equipaggio. Tutto questo ha fatto sì che Basso abbia potuto  conquistare il terzo Titolo italiano della sua splendida carriera concludendo il “Tuscan Rewind” in prima posizione davanti ad Andrea Crugnola e ad un immenso e infinito Paolo Andreucci, terzo con la Peugeot 208 T16 del team Pelletto Racing. Scorrendo la classifica sono da annotare anche il quarto posto di un altro straordinario campione quale Renato Travaglia (Skoda Fabia R5) e il quinto di Papadimitriou (Skoda Fabia R5).

COLPI DI SCENA L’ultima prova speciale del “Tuscan Rewind” non è stata l’unica a mettere in scena un copione ad alta tensione. Già nel corso della mattinata la classifica aveva subìto un forte scossone a causa della foratura patita da Simone Campedelli; fino a quel momento, il portacolori del team Orange1 e la Ford Fiesta R5 avevano mantenuto saldamente il comando della gara, grazie soprattutto ad un avvio di giornata davvero bruciante. Ma questo imprevisto ha impedito a Campedelli, ancora una volta, di poter lottare fino alla fine per un Titolo italiano che francamente sembrava comodamente depositarsi nelle sue mani. Un altro ko tecnico che ha suscitato non poco clamore è stato quello che di Umberto Scandola (Hyundai i20 R5) che dopo essersi trovato addirittura al comando del rally, e comunque costantemente in zona podio, ha dovuto alzare bandiera bianca nel finale, prima dell’ultima prova speciale, a causa di un problema tecnico. Dobbiamo anche ricordare che il “Tuscan Rewind” era valido come ultima prova del Campionato Italiano Rally Terra; in questo caso la vittoria è andata a Paolo Andreucci (Peugeot 208 T16) mentre Stephane Consani, già vincitore del Titolo con una gara di anticipo, non ha preso parte al rally a causa di una uscita di strada nel corso dello shakedown. Il podio del “Terra” è stato completato da Costenaro, secondo, e Holebling, terzo. Per quanto riguarda le altre classifiche, Ford ha conquistato il Titolo assoluto Costruttori mentre Peugeot quello riservato alle Due Ruote Motrici.

VEDI ANCHE



CLASSIFICA FINALE – 10° RALLY TUSCAN REWIND

  1. BASSO
  2. CRUGNOLA + 11.5
  3. ANDREUCCI + 47,5
  4. TRAVAGLIA + 1.04.0
  5. PAPADIMITRIOU + 1.33.4
  6. BATTISTOLLI + 1.38.7
  7. TADDEI + 1.41.1
  8. COSTENARO + 1.54.8
  9. CONSANI + 2.56.6
  10. CAIROLI + 2.58.8

CLASSIFICA FINALE DI CAMPIONATO

  1. BASSO 91.50
  2. CRUGNOLA 82.25
  3. CAMPEDELLI 68.75
  4. ROSSETTI 65.50  

Pubblicato da Andrea Minerva, 23/11/2019
Gallery
rally tuscan rewind 2019
Logo MotorBox