Autore:
La Redazione

CITROEN TRICOLORE La comunicazione ufficiale era arrivata già da qualche settimana: Citroen Italia ritorna nel Campionato Italiano Rally! Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia, da quando il marchio del Double Chevron ha fatto la sua ultima apparizione nel Serie rallystica tricolore; era il 2012 e Citroen Italia vinceva il titolo tricolore junior con la Ds3 R3. Oggi, la stessa Citroen Italia ha compiuto l’ultimo passo in vista dell’inizio del campionato, svelando forme e livrea della Citroen C3 R5, il modello con il quale tenterà l’assalto al campionato italiano. Il compito di portare in gara il bolide francese è assegnato a Luca Rossetti e Eleonora Dori, pilota e copilota, che dovranno vedersela con una concorrenza a dir poco agguerrita. Ma procediamo un passo alla volta…..

CITROEN GIOCA TITOLARE Il Gruppo Psa, dopo aver ottenuto vittorie a mani basse nel Campionato Italiano Rally con la Peugeot 208 T16 R5 e i “campionissimi” Paolo Andreucci e Anna Andreussi (11 titoli italiani vinti!) ha deciso di cambiare strategia. E la differenza non è da poco. Peugeot Sport Italia non abbandona i rally italiani, anzi, ma limiterà la propria partecipazione alla categoria Due Ruote motrici con l’equipaggio composto da Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella. In una ideale e immaginaria staffetta, il testimone passa ora a Citroen Italia che da subito avrà l’onere e l’onore di replicare lo straordinario filotto di successi ottenuti dal marchio del Leone.

SCELTA LOGICA La scelta è abbastanza logica. La versione della Peugeot 208 da sempre impegnata nel Cir si appresta ad uscire di scena, per essere sostituita dal modello appena presentato al Salone di Ginevra. E le logiche del motorsport non sono di certo avulse dalle scelte di marketing. D’altro canto, Citroen Italia si appresta a schierare in gara la Citroen C3, in versione R5, un modello che sta attualmente riscuotendo un grande successo sul mercato. Oltre a questo, la Casa del Double Chevron è il marchio del Gruppo Psa oggi maggiormente impegnato nel motorsport, grazie anche alla presenza, per altro vincente, nel Campionato Mondiale Wrc.

NATA PER VINCERE La Citroen C3 R5 è un progetto realizzato e messo a punto direttamente da Citroen Racing, presso la storica sede di Satory, alle porte di Parigi, a partire dal 2016. L’intento è chiaro: realizzare un modello per la competizione clienti che possa diventare il punto di riferimento per l’intera categoria R5. La Citroen C3 R5 ha esordito al Rallye du Var il 23 novembre 2017, limitandosi al mero ruolo di apripista. Il vero e proprio battesimo del fuoco è arrivato il 6 aprile 2018 al celebre Tour de Corse, dove Yoann Bonato ha condotto la C3 R5 ad un ottimo secondo posto nella categoria Wrc2.”

MOTORE TURBO E TRAZIONE INTEGRALE La Citroen C3 R5 è dotata di un motore quattro cilindri di 1.6 litri, con distribuzione a doppio albero a camme in testa. Il turbocompressore ha una flangia di aspirazione di 32mm. La potenza dichiarata, che poi nel motorsport qualche cavallo in più ci scappa sempre, è di 282cv a 5000 giri/min con una coppia di 420Nm a 4000 giri/min. Come previsto dalla categoria r5, la trazione è integrale permanente con i differenziali anteriore e posteriore autobloccanti. Il cambio è sequenziale Sadev a cinque rapporti con comando manuale. Le sospensioni sono di tipo McPherson con ammortizzatori regolabili, e l’impianto frenante è dotato di pinze a quattro pistoncini e dischi autoventilanti con diametro di 300mm per l’assetto da terra e 355mm per quello da asfalto. I cerchi sono da 18” per le gare su asfalto e da 15” per quelle su sterrato. Come ormai da lunga e consolidata tradizione per il Gruppo Psa, anche Citroen Italia si avvarrà della collaborazione diretta con Pirelli per la fornitura e la gestione degli pneumatici mentre la vettura verrà gestita in gara dal team Fpf Sport di Fabrizio Fabbri, la squadra che in questi anni ha contribuito in maniera decisiva ai successi di Paolo Andreucci, Anna Andreussi e Peugeot Italia.

LA COPPIA Ebbene sì, alla fine la scelta è caduta su Luca Rossetti. Una soluzione non scontata, perché sostituire Paolo Andreucci, inutile nasconderlo, non è una cosa facile. Per molto tempo, il nome di Giandomenico Basso sembrava quello maggiormente accreditato per portare in gara la Citroen C3 R5, ma al ballottaggio l’ha spuntata il buon Rossetti. Qualsiasi siano state le motivazioni della scelta, Rossetti vanta un palmares davvero eccellente, nel quale spicca il Titolo di campione italiano conquistato con Peugeot Italia nel 2008, alla guida della Peugeot 207 Super2000. Oltre a questo, lo stesso Rossetti è stato tre volte campione europeo e ha conquistato anche il Campionato turco. Significativo a dir poco il tredicesimo posto assoluto e il terzo di categoria ottenuto al Rally di Montecarlo del 2004, proprio con una Citroen Saxo. Corsi e ricorsi storici. Eleonora Mori, nata e residente a Schio, in provincia di Vicenza, ha debuttato come navigatrice al Rally dei Mastini del 2011, ottenendo un 17° posto assoluto. Eleonora Mori e Luca Rossetti si sono conosciuti al Monza Rally show nel 2014, e dopo una serie di test e prove hanno conquistato la loro prima vittoria assoluta al Rally Piancavallo nel 2015. Per la copilota vicentina si tratta indubbiamente di un’occasione straordinaria. A soli 29 anni, e dopo aver “bruciato” le tappe di una carriera fulminea, si trova oggi a poter usufruire di un’opportunità davvero unica e preziosa: lottare per il vertice del Campionato Italiano Rally con il team ufficiale di Citroen Italia!

CALENDARIO Il Campionato Italiano Rally 2019 prenderà il via nel weekend dal 22 al 24 marzo con il Rally “Il Ciocco e Valle del Serchio”, al quale faranno seguito il Rally di Sanremo (12/14 aprile), il Targa Florio (9/12 maggio), il Rally Italia Sardegna, valido anche per il mondiale Wrc (14-16 giugno), il Rally Roma Capitale (19/21 luglio), il Rally Friuli Venezia Giulia (30/31 agosto), il Rally Due Valli (10/12 ottobre) e il Tuscan Rewind, ultima prova della stagione (22/24 novembre). Come sempre, anche quest’anno Motorbox seguirà l’intero svolgimento della stagione del Campionato Italiano Rally.

 

 


TAGS: citroën Campionato italiano Rally rally del Ciocco gruppo psa cir 2019