Autore:
Simone Dellisanti

RESOCONTO DOMENICA

FACILE FACILE Tanak e la sua Toyota sono i vincitori del secondo round del FIA World Rally Championship, il Rally di Svezia 2019. Tänak ha preso la testa del Rally quando il suo più diretto rivale per la gara, Teemu Suninen su Ford, è finito nella neve rovinando il roll bar della sua Fiesta, ereditando cosi la prima posizione provvisoria e un comodo vantaggio di mezzo minuto sugli avversari, esteso a quasi un minuto alla fine di questa domenica.

IN LOTTA A 53 secondi di distanza, sul secondo gradino del podio, c'è Esapekka Lappi su Citroën C3 che ha sua volta ha preceduto di soli 3,0 secondi la Hyundai i20 di Thierry Neuville. A 8.7 secondi da Neuville, con la quarta posizione in 'saccoccia' c'è il suo il compagno di squadra Andreas Mikkelsen. Da registrare il quinto e il sesto posto conquistati, rispettivamente, da Elfyn Evans (Ford) e da Kris Meeke sulla Toyota Yaris, distanziati di 2,7 secondi.

CLASSIFICA FINALE

    Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Tanak/Jarveoja Toyota Yaris WRC 2.47'30”0
2 Lappi/Ferm Citroen C3 WRC +53"7
3 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC +56"7
4 Mikkelsen/Jaeger Hyundai i20 Coupé WRC +1'05"4
5 Evans/Martin Ford Fiesta WRC +1'08"2
6 Meeke/Marshall Toyota Yaris WRC +1'38"8
7 Loeb/Elena Hyundai i20 Coupé WRC +1'49"7
8 Tidemand/Floene Ford Fiesta WRC +3'37"7
9 Veiby/Andersson Volkswagen Polo GTI R5 +6'34"0
10 Tuohino/Markkula Ford Fiesta WRC +8'21"4

RESOCONTO SABATO 

LA SPINA NEL FIANCO E' Ott Tanak, il pilota della Toyota, il 'best driver' alla fine di questa giornata rallistica, con sede in Svezia. Il pilota della Yaris WRC Plus ha comandato la classifica del Rally di Svezia 2019 per tutto il sabato e si presenterà allo start di domani con un vantaggio di 54.5 secondi sul suo diretto inseguitore, grazie alle vittorie conquistate in ben tre prove speciali andate in scena nel pomeriggio di oggi. "Ieri abbiamo lavorato duramente per essere in questa posizione e oggi siamo riusciti a superare ogni ostacolo, senza problemi", queste le parole felici di Tanak, una volta sceso dalla sua vettura.

LOTTA PER L'ARGENTO Andreas Mikkelsen ha condotto la sua Hyundai i20 Coupè in seconda posizione dopo aver battagliato e scambiato le posizioni a ridosso della prima posizione, per tutta la giornata, con Lappi e Neuville. Ma alla fine è stato il 'belloccio' di casa Hyundai a guadagnarsi la seconda piazza, nonostante un brutto testacoda.

CHE FORTUNA! Per la top three, resta da segnalare il gradino più basso del podio prenotato, provvisoriamente, da Lappi e dalla sua Citroen. Il giovane pilota del Double Chevron si è dichiarato soddisfatto della sua prestazione dopo aver visto crescere la sua C3 WRC Plus e, soprattutto, una volta entrato nel suo hospitality ha acceso un cero per essere uscito indenne da un testacoda di 360 gradi presso Vargåsen. Piccolo inconveniente che gli ha fatto perdere solo pochi secondi e nulla di più...per sua grandissima fortuna. 

PRIMI CINQUE Quarta posizione per Neuville (Hyundai) che ringrazia per l'inconveniente tecnico accaduto a Teemu Suninen, ritiratosi dopo aver danneggiato il roll-bar della sua Ford Fiesta, fino a quel momento saldo a ridosso del podio. Quinto tempo per Elfyn Evans (Ford), con il gallese in lotta perenne con il fenomeno di sovrasterzo della Fiesta. Tuttavia, nonostante il problema di set up, Elfyn resta attaccato saldamente alla 'sottana' di Neuville distanziato di soli 11.9 secondi.

CLASSIFICA DOPO PS15

    Posizione

Pilota/navigatore

Vettura

Tempo/distacco

1

Tanak/Jarveoja

Toyota Yaris WRC

2.17'31”7

2

Mikkelsen/Jaeger

Hyundai i20 Coupé WRC

+56"4

3

Lappi/Ferm

Citroen C3 WRC

+56"8

4

Neuville/Gilsoul

Hyundai i20 Coupé WRC

+1'00"0

5

Evans/Martin

Ford Fiesta WRC

+1'09"2

6

Meeke/Marshall

Toyota Yaris WRC

+1'36"5

7

Loeb/Elena

Hyundai i20 Coupé WRC

+1'38"8

8

Tidemand/Floene

Ford Fiesta WRC

+3'07"0

9

Veiby/Andersson

Volkswagen Polo GTI R5

+5'21"5

10

Huttunen/Linnaketo

Skoda Fabia R5

+6'55"1

SHAKEDOWN

TUTTO PRONTO Il secondo round del mondiale rally, il 67° Rally di Svezia, ha aperto le danze con lo Shakedown. Il tratto cronometrato di Skalla, lungo 6.86 km, ha accolto i protagonisti del WRC con un terreno piuttosto accidentato e una temperatura del manto notevolmente bassa.

PRIMI TRE Il primo crono in cima alla classifica dello shakedown l’ha messo Thierry Neuville che ha fermato il cronometro sul 4.05.0m con la sua Hyundai i20 Coupè WRC, precedendo la Toyota Yaris di Ott Tanak (2°) e la Citroen C3 Wrc del vincitore del Rally di Monte Carlo, Sebastien Ogier (3°).

TOP TEN Un ottimo quarto tempo lo fa registrare Kris Meeke con la seconda Toyota Yaris Wrc che ha preceduto le due Ford Fiesta preparate dal team M-Sport di Elfyn Evans (5°) e Teemu Suninen (6°). Resta da segnalare la Citroen C3 Wrc di Esapekka Lappi (7°) e la Hyundai i20 Coupe di Sebastien Loeb (8°) con quest'ultimo che sorprende gli addetti ai lavori per aver concluso cosi lontano dal podio provvisorio ma, con tutta onestà, è possibile che Loeb sia stato alle prese con gli ultimi ritocchi del set up e che a partire da stasera, quando andrà in scena la consueta prova spettacolo allestita nell’ippodromo di Karlstad, venderà cara la pelle. Chiudono la top ten, Jari-Matti Latvala (9°) e Andreas Mikkelsen (10°), rispettivamente su Toyota e Hyundai.

INFO

QUALCHE NEWS Il Rally di Svezia è la seconda tappa del WRC ed è un rally disputato nelle vicinanze di Värmland, in Svezia ai primi di febbraio. La prima edizione venne disputata nel 1950, quando venne definito Rally al sole di mezzanotte (che a quel tempo si disputava in estate) con partenza e arrivo in località diverse. Diciassette anni dopo, partenza e arrivo vennero dislocati in unica località, a Karlstad. Il centro organizzativo e la base operativa delle squadre sono ubicati a Hagfors, attualmente più vicina al luogo in cui si disputano le prove speciali rispetto a Karlstad. La competizione si sviluppa su tre giorni con partenza la mattina del venerdì e arrivo nel pomeriggio di domenica.

PUPAZZI DI NEVE Il Rally di Svezia è tradizionalmente l'unico rally che si disputa solo su terreni nevosi. Gli unici piloti non nordici a vincere la gara sono stati i francesi Sébastien Loeb nel 2004 e Sébastien Ogier nel 2013. Lo spagnolo Carlos Sainz finì secondo per quattro volte e vinse la gara tre volte.


TAGS: wrc 2019 rally svezia