Autore:
Lorenzo Centenari

TRIPLETE E con questa fanno tre, e com'è che recita la citazione? Un indizio è un indizio, due sono una coincidenza, tre indizi fanno una prova. Fosse il personaggio di un suo racconto giallo, Agatha Christie non avrebbe dubbi: la colpevole è lei, Volkswagen ID.R. Colpevole, di aver ucciso l'auto a combustione interna. Altro giro, altro regalo: dopo Pikes Peak, dopo il Nürburgring, l'elettrica dei sogni stabilisce il nuovo record anche a Goodwood. Cronoscalata risolta in 39,9 secondi, cioè 1,7 secondi in meno, per coprire i canonici 1.800 metri di asfalto, rispetto a quanto fece esattamente 20 anni fa la McLaren MP4/13 guidata da Nick Heidfeld. Esatto: Volkswagen ID.R e il suo "fantino" Romain Dumas più veloci anche di una monoposto di Formula 1. E adesso?

ERRE COME RAZZO Adesso non c'è più alcun dubbio, sulla distanza "sprint" l'elettrico ha qualcosa in più rispetto a qualsivoglia forma di alimentazione più tradizionale. Lo specialissimo prototipo di Wolfsburg ne è la dimostrazione in carne ed ossa e batterie: accelerazione degna di un caccia a reazione, frenata rigenerativa più potente di qualsiasi impianto elettro-idraulico, infine anche un assetto ed un'aerodinamica che di un motore elettrico da 500 kW (680 cv) esaltino le proprietà di coppia ai "minimi".

UN AIUTINO? Al Festival di Goodwood, la Volkswagen ID.R già usciva dai blocchi coi favori del pronostico. Ma il "trucco" c'è, anche se non si vede: la ID.R ha rimpiazzato gli accumulatori standard con un pacco batterie dalla capacità molto inferiore. Un paio di chilometri di autonomia, per l'occasione erano più che sufficienti. L'adozione della mini-batteria ha ridotto il peso fino a scendere sotto i 1.000 kg, pilota incluso. Ecco perché sottolineiamo come il record proietti l'elettrico in cima al mondo, ma solo limitatamente alle distanze brevi. Sotto ogni altro aspetto, grado di ecologia nel ciclo vita incluso, l'auto a "zero" emissioni ha ancora tanta strada da percorrere. Senza nulla togliere a un'impresa, l'ennesima, che entra di diritto nella storia delle quattro ruote.


TAGS: volkswagen auto elettrica goodwood 2019 volkswagen id.r