Mercato auto usate 2022, diesel una vendita su due: che significa
Editoriale

Non è vero che il motore diesel non ha più mercato. Guarda meglio


Avatar di Lorenzo Centenari , il 29/05/22

1 mese fa - La domanda è forte, si è solo spostata sul "mercato libero": l'usato

A differenza dell'offerta, la domanda di veicoli a gasolio è sempre forte. Si è solo spostata sul "mercato libero": l'usato

È un fiorire - le vediamo e le ascoltiamo tutti i giorni - di ''pubblicità progresso'', di messaggi tesi a trasportare l'automobilista nella nuova straordinaria dimensione dell'elettrificazione. Parallelamente, il mix di motorizzazioni di ciascun modello sempre più crea spazio a soluzioni ibride, quando non full electric. A scapito della vittima illustre, il diesel, che ad essere preso a male parole ha ormai fatto il callo. Logico che pure il mix di vendite avvantaggi progressivamente le auto ''green'', quelle almeno che l'etichetta ''green'' ce l'hanno per diritto di nascita. Il mix, almeno, del mercato di auto nuove. Perché sul mercato dell'usato, il quadro è un po' diverso (e non è un piccolo particolare).

Diesel, vendite in caduta libera. Sul nuovo... Diesel, vendite in caduta libera. Sul nuovo...

DISCESA LIBERA Non opinioni, qui, ma numeri. Rapporto Unrae alla mano, nel primo quadrimestre 2022 le immatricolazioni di auto nuove con motore diesel crollano - rispetto a gennaio-aprile 2021 - di quasi due quinti (-37,8%). Trascurando il fatto che è il mercato, nel suo insieme, che in 12 mesi ha perso quasi un quarto dei volumi (-26,1%), la quota stessa di auto diesel è in costante erosione. Un anno fa, erano una su quattro (il 24,9%): oggi, sono una su cinque o poco più (il 20,9%). Disaffezione vera e propria da parte del pubblico, o c'è dell'altro?

Auto diesel: è un ''vorrei ma non posso?'' Auto diesel: è un ''vorrei ma non posso?''

DIESEL FOBIA Buona la risposta numero due: eccome, se c'è dell'altro. Nemmeno i prezzi pazzi del gasolio basterebbero ad allontanare i fedelissimi del diesel, se soltanto, quotidianamente, un'impressione non si rafforzasse: l'impressione che il motore diesel sia presto interdetto - ovunque - alla circolazione (e noi sappiamo che non è proprio così). Quindi, il dubbio non soltanto di dover lasciare l'automobile in garage da un giorno all'altro, ma anche di incontrare grossi ostacoli al momento di rivenderla, la proprio auto. Quando invece, la realtà reale non è la realtà virtuale.

VEDI ANCHE



Mercato dell'usato per alimentazione, primo trimestre 2022 (dati Unrae) Mercato dell'usato per alimentazione, primo trimestre 2022 (dati Unrae)

PIANO B Sempre consultando i report Unrae, da maggio disponibili anche in relazione al mercato dell'usato, emerge come, ancora, quasi una compravendita su due (il 49,3%), nel primo trimestre 2022, interessi una vettura diesel (vedi tabella sopra). D'accordo, nel 2021 - quando l'offerta di elettriche e ibride usate era sensibilmente inferiore - la quota era di un punto base più elevata (50,9%). Tuttavia, sul mercato secondario la discesa risulta essere, in sostanza, tre volte più lenta che non sulla piazza del nuovo. E si badi anche come un'auto usata su due - considerando tutte le alimentazioni - abbia sul groppone almeno 10 anni di età: significa che buona parte dei diesel usati che trovano un nuovo proprietario ha classe di omologazione pre Euro 6, ma anche pre Euro 5 o pre Euro 4.

Mercato dell'usato per anzianità, primo trimestre 2022 (dati Unrae) Mercato dell'usato per anzianità, primo trimestre 2022 (dati Unrae)

UNA SPIEGAZIONE Nel cuore - e le esigenze - dell'Italia che si sposta in auto, il diesel non è mai stato sfrattato per davvero. Ha soltanto riparato in un porto sicuro. Sia in senso economico (il mercato di seconda mano), sia in senso geografico: dalle grandi città alla provincia, dove le ''minacce'' di divieti alla circolazione sono ancora soft, oppure inesistenti proprio. E se da un lato numerosi italiani manifestano l'intenzione di liberarsi della propria auto a gasolio, vista come una inopportuna patata bollente, è altrettanto vero che un acquirente lo trovano con relativa semplicità. Acquirenti i quali non possiedono un box per la ricarica domestica, non vivono nei paraggi di colonnine pubbliche, né hanno il budget necessario per un'auto nuova (figurarsi un'auto nuova ibrida o elettrica). Ma tutti i santi giorni, macinano decine o centinaia di chilometri. Di alternative al diesel, francamente, tutti loro non ne vedono nemmeno l'ombra. Per adesso.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 29/05/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox