Autore:
Lorenzo Centenari

(IN)DISCIPLINATI Gli italiani hanno un problema con le droghe. Non possono farne a meno neppure quando si mettono alla guida. In compenso, a poco a poco entra loro in testa che telefonare o "messaggiare" mentre si è al volante non è un'abitudine poi così intelligente. Dopotutto, le probabilità di arrivare sani e salvi a destinazione (e con la patente ancora intatta) si moltiplicano. I dati presentati dalla Polizia stradale in riferimento alla viabilità su strade e autostrade nei mesi di luglio e agosto, quelli che coincidono con le partenze e i rientri dalle vacanze estive, mostrano sostanzialmente luci e ombre.

STUPEFACENTE Complessivamente, i sinistri rilevati da Carabinieri e Polstrada ammontano a 14.315, in calo del 3,4% rispetto allo stesso bimestre dello scorso anno. In sensibile discesa anche le infrazioni (437.557), un monte inferiore del 9% se confrontato col 2016. Se in generale gli automobilisti hanno mostrato una condotta più diligente, le statistiche nascondono tuttavia anche fenomeni preoccupanti come l'aumento dei casi di guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti: gli "sballati" al volante sono il 14,8% in più. Confortanti, invece, sia il dato sul mancato uso delle cinture di sicurezza (stabile, solo 117 casi in più rispetto a luglio-agosto 2016), sia soprattutto quello relativo all'uso improprio del cellulare alla guida: in un anno gli episodi sono calati da quota 12.073 a 11.194, per un taglio del 7,3%. Qualche riflesso positivo, le campagne di sensibilizzazione portate avanti dalle istituzioni lo hanno pur generato.

LA MORTE PUO' ATTENDERE Non è quindi una coincidenza se anche il tasso di incidenti (-510 rispetto ai 14.825 di un anno prima) è diminuito in modo sensibile. In particolare, calano del 2,5% i sinistri mortali (355) e del 4% le vittime della strada (384). Nel fine settimana il picco delle tragedie: 27 morti tra venerdì 28 e domenica 30 luglio, 26 tra l'11 e il 13 agosto. Infine, come sempre, si muore di più sulla rete stradale ordinaria (314 incidenti fatali) che non in autostrada (41). Il margine di progresso è ancora alto, tuttavia il trend muove nella giusta direzione. E non è poco. 


TAGS: multe incidente carabinieri report viabilita droghe esodo estivo polizia stradale cellulare alla guida