Auto elettriche e ibride in Italia: ok l'acquisto, ma, i costi...
Mobilità sostenibile

Ibrido plug-in? Attento a come parli. Un italiano su due non sa cos'è


Avatar di Lorenzo Centenari , il 11/10/21

2 settimane fa - L'auto elettrica in Italia: il report dell'Osservatorio Continental

Ok la transizione energetica, ma i costi... Il rapporto degli automobilisti con l'auto elettrica dall'Osservatorio Continental

''Plug-in hybrid sarai tu'', ovvero: quando le nuove tecnologie suonano a taluni ancora come una brutta parola. Italiani popolo di santi, poeti, navigatori e automobilisti aperti al cambiamento. O meglio, aperti solo in parte, se è vero come è vero che sull'auto elettrica esiste sì forte curiosità, ma sulle nuove forme di mobilità ancora regna un po' di confusione. Dal 2035, a quanto pare, l’Europa dirà addio alle auto diesel e benzina. Mercato italiano pronto alla rivoluzione? A tratteggiare il quadro è il 3° Osservatorio Mobilità e Sicurezza di Continental Italia, report confezionato insieme all’istituto di ricerca Euromedia Research e alla società di consulenza Kearney. Quale lo stato dell'arte dell'elettrico sulle strade del Belpaese, ma soprattutto nei pensieri dei suoi abitanti? Lo scenario è in chiaroscuro.

Auto elettrica: agli italiani l'idea piace Auto elettrica: agli italiani l'idea piace

AUTO ELETTRICA: FAVOREVOLI E CONTRARI

Sebbene nel percepito degli italiani i tempi verso la nuova mobilità non saranno brevi, il consumatore di oggi sembra realmente interessato a far parte del cambiamento. Due italiani su tre, ovvero il 66,1% degli intervistati, si dichiarano potenzialmente interessati all’acquisto di un’auto elettrica (il 55,5%) oppure affermano di essersi informati o addirittura di possederne già una (il 10,6%). I più interessati sono automobilisti di sesso maschile appartenenti alla generazione Y (27- 41 anni), mentre in generale donne e utenti più giovani (generazione Z) mostrano comunque curiosità, pur non avendo esperienza diretta. Più indifferenti, invece, i Baby Boomers (57-75 anni): molti dei quali non hanno mai provato un’elettrica, né hanno intenzione di approfondire l'argomento, nemmeno in presenza di incentivi. 

ELETTRO-QUIZ Interessati e anche informati? Tre consumatori su quattro (74,7% degli intervistati) identificano correttamente le proposte BEV e ibride presenti sul mercato, tuttavia quando si parla di un veicolo ibrido plug-in, la percentuale scende al 47%. È sul plug-in, insomma, che bisogna lavorare.

Ibride plug-in, queste sconosciute Ibride plug-in, queste sconosciute

VEDI ANCHE



AUTO ELETTRICA: VANTAGGI E SVANTAGGI

Il 76,8% degli italiani si dichiara disposto a partecipare al processo di transizione, ma al momento non è intenzionato ad aprire il portafoglio per comprare un’auto elettrica. La propensione all’acquisto risulta essere bloccata da ragioni economiche, infrastrutturali e di prodotto.

COSTI Il fattore economico risulta essere il primo punto debole delle BEV: il 62,8% dei consumatori afferma di non avere un budget adeguato ad acquistarne una. Tre italiani su quattro tra coloro che si dichiarano non propensi a comprare un’auto elettrica non acquisterebbero una BEV neanche con gli incentivi. La leva delle agevolazioni sembra convincere, infatti, solo il 30% degli intervistati.

RANGE ANXIETY In seconda posizione troviamo il problema dellautonomia limitata delle batterie (dichiarata dal 38,7% del campione), seguito dalla scarsa diffusione delle colonnine di ricarica (il 37,4% degli intervistati). Secondo gli italiani le Istituzioni devono partecipare più attivamente al cambiamento, destinando fondi e utilizzando al meglio il denaro che arriverà dal PNRR per la realizzazione di infrastrutture adatte. Il tema dei punti di ricarica è ben presente nel vissuto degli italiani: addirittura il 24,6% dichiara di non averle mai viste, mentre il 59,4% ne ha viste poche e solo in alcune zone. 

Colonnine di ricarica, la rete è ancora indietro Colonnine di ricarica, la rete è ancora indietro

ECOFRIENDLY La sostenibilità ambientale è il principale punto di forza dell’elettrico, riconosciuto dal 43,8% degli italiani. Per contro, il 28% degli intervistati si dice preoccupato dall'inquinamento provocato dallo smaltimento delle batterie esauste. In seconda posizione troviamo il comfort e la silenziosità (27,3%), mentre sul gradino più basso del podio la libertà di spostamento nelle città e l’accessibilità alle aree a traffico limitato (25,4%). Curiosamente non vengono rilevate le prestazioni del motore elettrico.

AUTO ELETTRICA: TRA QUANTO?

Oltre 1 italiano su 2 (il 53,9%) ritiene che per avere tutti i veicoli di nuova immatricolazione elettrici bisognerà attendere oltre 10 anni, più fiducioso il 17,3% del campione che abbassa il periodo d’attesa da 6 a 10 anni, mentre non mancano i pessimisti (il 16,3%) certi che il cambiamento non accadrà mai.

Un parco circolante full electric? Tra almeno 10 anni Un parco circolante full electric? Tra almeno 10 anni

VORREI MA NON POSSO 

“L’Osservatorio 2021 - spiega Alessandro De Martino, ad di Continental Italia - ci racconta una società propensa e incuriosita dalla svolta elettrica ma che non sembra ancora pronta ad affidarsi completamente a questa nuova frontiera. Emerge un problema reale di preparazione del consumatore dovuto alla poca chiarezza comunicativa che non abbatte i pregiudizi del pubblico. I dati emersi ci raccontano come i più favorevoli alla transizione siano i giovani, mentre le generazioni più adulte, che però hanno il maggiore potere d’acquisto, siano le più ostili al cambiamento. Occorre educare. Quando si parla di auto elettrica è indispensabile vivere l’esperienza al volante: ad oggi, solo un italiano su otto ha provato a guidare una BEV. In questo processo di transizione se le Case automobilistiche, i noleggiatori, le reti concessionarie e i fornitori di energia elettrica lavoreranno in sinergia per fornire ad esempio canoni anziché listini, comprensivi di wallbox a condizioni interessanti e comprensivi di auto tradizionali per i viaggi lunghi o per il weekend, si potrebbero muovere grandi passi in avanti”.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 11/10/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox