Raid:

Transsyberia Rally 2008: prima puntata


Avatar Redazionale , il 12/07/08

13 anni fa - Subito grandi difficoltà

Dopo la partenza dalla Piazza Rossa iniziano subito le insidie. Fango e guadi, oltre a problemi di orientamento, creano già alla prima tappa distacchi abissali. A tenere alti i colori italiani provvedono Tognana e Cassina, buoni quinti.

Benvenuto nello Speciale TRANSSYBERIA RALLY 2008: IL RESOCONTO COMPLETO, composto da 17 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TRANSSYBERIA RALLY 2008: IL RESOCONTO COMPLETO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

DRIVING IN THE RAIN Il Transsyberia Rally è partito sotto una buona stella, almeno dal punto di vista meteorologico. Giove Pluvio ha infatti aperto i rubinetti del cielo non appena l'ultimo dei concorrenti aveva già lasciato la Piazza Rossa di Mosca. La prima difficoltà per la carovana è stata così destreggiarsi nel traffico moscovita, reso più che mai caotico da una specie di diluvio universale.

VEDI ANCHE


DURA, L'AVVENTURA Lasciata la città alle spalle, gli equipaggi hanno affrontato una tappa breve, di 231 km, di cui solo 45 circa di prova speciale. Sulla carta, in pratica, giusto lo stretto indispensabile per rompere il ghiaccio e stilare una prima classifica. La realtà stata però ben diversa. Un passaggio oscuro sul road-book ha infatti creato lo scompiglio, mandando in crisi anche navigatori esperti. Il resto lo hanno fatto guadi profondi, rampe scoscese e fango in abbondanza, presto segnato anche da profondi solchi. Tutte difficoltà che hanno imposto a diversi equipaggi di darsi una mano a vicenda, come impone lo spirito della Transsyberia, gara sì, ma soprattutto avventura, da vivere all'insegna della sportività.

RICOMINCIO DA CINQUE Alla fine la selezione è stata durissima, con svariati equipaggi che hanno accumulato distacchi di ore. Il buon Tonino Tognana, indirizzato alla grande da Carlo Cassina, ha tagliato il traguardo tra i primissimi, nonostante fosse partito con l'intenzione soprattutto di risparmiare il mezzo, una Porsche Cayenne S con allestimento Transsyberia. Un'operazione tutto sommato riuscita, nonostante un dissennato sorpasso a sorpresa da parte di un equipaggio tedesco in un punto troppo stretto, con conseguente toccata al parafango. Alla fine la classifica vede al comando l'equipaggio portoghese composto da Gaimero e Figueiredo, mentre Tognana e Cassina sono quinti a 23'52". E già le prossime tappe incalzano, annunciandosi particolarmente impegnative, con chilometraggi molto elevati.


Pubblicato da Paolo Sardi, 12/07/2008
Gallery
Transsyberia Rally 2008: il resoconto completo
Logo MotorBox