News

MINI Idea: 8763 idee per la Mini


Avatar di Mario Cornicchia , il 09/02/04

17 anni fa -

Trasformista trasformabile. La Mini si presta a tutto, a vestire i panni della Polizia di Stato o quelli di mamma oca, almeno nelle novemila Mini Idee pubblicitarie tra cui sono stati scelti i vincitori del concorso Mini Idea.

Un’azienda monoprodotto. Così è Mini: un marchio, un’auto. Eppure dietro a una sola auto c’è tutto un mondo, quanto meno nell’immaginario collettivo. Mini è figlia di una buona donna, come recita una delle 8763 Mini Idee pubblicitarie che si sono battute per la vittoria del concorso Mini Idea, Siamo Tutti Creativi? dal 16 dicembre 2003 al 31 gennaio scorso.

Meno di due mesi per collezionare un archivio di proposte pubblicitarie tra cui cercare i vincitori. In parte designati da una giuria d’onore e in parte da una giuria popolare internettiana. Una "buona donna" che ha generato una buona figlia fuori dal Comune, con la C maiuscola, inteso come municipio nel caso di una delle proposte. Una figlia che stimola la creatività al punto da far sembrare la paglia di Vienna che decorava l’originale Mini di Peter Sellers, una personalizzazione da Taglio&Cucito.

La Mini è stata proposta in tutti gli ambienti e con tutti i panni, chi ha giocato sul nome chi sull’abito, chi sulla situazione e chi sul gioco, chi ha lavorato sullo stile Mini e chi sulla vita con la Mini. E la giuria d’onore ha premiato Mirco Marotta, classe '79 e laureato in scienza della comunicazione, che ha vestito la Mini con la divisa della Polizia di Stato, bicolore bianco/azzurro e con tanto di scritte e lampeggiante: Impossibile Odiarla, è il messaggio.

Chiara Cuti e le sue Mini appoggiate sulle sabbia del giardinetto zen, Be MINImal, si piazzano al secondo posto e Chiara vince il premio a cui ha dovuto rinunciare il primo classificato: uno stage di sei mesi presso l’agenzia pubblicitaria di Mini. Per Riccardo Garelli, torinese, con la Mini si conquistano cuori femminili e propone una semplice equazione: uomo + Mini = tre donne. Ma si pone il dubbio Is It Love? È vero amore? Ha soltanto una certezza: che per la Mini Cooper in palio il suo è vero amore.

Se questi sono i vincitori altri avrebbero meritato comunque il podio. Mini spermatozoo, paperelle che inseguono una Mini gialla, sanitari da bagno OGM (Oggetti Geneticamente Minizzati) e la Mini come arma definitiva per sconfiggere l’imprendibile struzzo Beep Beep. A voi giudicare il migliore.


Pubblicato da M.A. Corniche, 09/02/2004
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox