Autore:
Massimo Grassi

IL SILENZIO NON È D’ORO Da tempo si parla di Car-to-X, ovvero la possibilità di far comunicare tra di loro differenti auto. Una tecnologia che per ora non è ancora presenti su modelli di serie, ma che dal 2019 sarà disponibile su numerosi modelli marchiati Volkswagen.

COSÌ LONTANI, COSÌ VICINI La tecnologia Car-to-X dei modelli Volkswagen sfrutterà la connettività WiFi IEEE 802.11p, standard mondiale per tutti i costruttori di auto. Questo significa che Golf, Arteon & co. potranno comunicare anche con modelli di brand differenti. Grazie al WiFi le auto potranno, in pochi millisecondi, scambiarsi informazioni come stato del traffico, incidenti, eventuale presenza di ghiaccio sulla strada e tanto altro nel raggio di 500 metri circa.

AUTO AVVISATA… Chiaramente lo scopo della tecnologia Car-to-X è quello di diminuire sensibilmente gli incidenti per poi ridurli a zero. Secondo i piani del protocollo di comunicazione in futuro la connettività verrà estesa anche a infrastrutture come parcheggi, così che le auto possano conoscere in tempo reale la presenza di posti auto, o i semafori. 


TAGS: volkswagen tecnologia car-to-x