Autore:
Marco Congiu

FUORISALONE Il Fuorisalone della Milano Design Week è da tempo diventato luogo di incontri, dibattiti e studi anche per le case auto. Chi crede fortemente in questa manifestazione è Audi, che con il suo Audi City Lab al numero 11 di Corso Venezia prova a tracciare le linee guida del futuro.

TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO L'Audi City Lab si svolge nello storico scenario del monastero voluto nel 1565 da San Carlo Borromeo per promuovere dibattiti culturali e teologici. Durante il Fuorisalone 2018, questo spazio accoglie le ultime nate di Audi: dalla nuovissima Audi A6 presentata al Salone di Ginevra, alla nuova Audi A7 Sportback, da poco provata, passando per l'ammiraglia di casa, la quarta generazione di Audi A8, fino al prototipo Audi Aicon. Il tutto è stato organizzato con suggestive piattaforme immerse in un giardino d'acqua, sormontato da una struttura circolare luminosa prodotta da Artemide.

GUIDA IL FUTURO Il piatto forte del Fuorisalone all'Audi City Lab è stato l'incontro Ideas drive the future, promosso da Audi con la presenza del Direttore di Audi Italia, Fabrizio Longo, affiancato da Carlo Ratti del MIT Senseable City Lab di Boston e da Yasemin Kologlu, socia dello studio SOM London che ha progettato il Burj Khalifa. Qui si è discusso di cosa si intenda per modern luxury e di come la tecnologia vada a ridefinire il quotidiano. In un contesto di auto elettriche a guida autonoma e che verosimilmente potrà adattarsi ad una nuova concezione dell'auto intesa come oggetto condiviso e non solo destinato all'uso privato, Audi è decisa a realizzare mezzi unici ed immediatamente riconoscibili, sempre all'avanguardia della tecnica. 


TAGS: audi audi a7 audi city lab fuorisalone 2018