Autore:
Luca Cereda

PARTENZA, VIA! Inizia l'Avventura Gialla della Citroen C4 Cactus, partita stamattina da Milano: Grecia, Turchia, Iran, Turkmenistan, Uzbekistan, Kirghizistan e infine Cina (Pechino). Un raid che la crossover francese affronterà con il solo ausilio del Grip Control e un quartetto di Michelin CrossClimate+. Basterà per gli sterrati himalayani?

L'EQUIPAGGIO Franco e Massimo Gionco, protagonisti dell'Avventura Gialla, ci contano. Reporter e fotografi, ma anche padre e figlio, hanno fatto dell'avventura una professione. E un libro, “Un Mondo da vivere”, che oltre a essere la loro ultima fatica è un vero atlante di geografia vissuta.

CENNI STORICI Ora per loro c'è una nuova sfida, a bordo della Citroen C4 Cactus. Ma perché proprio a Pechino? E perché si chiama Avventura Gialla? Per rispondere bisogna riavvolgere il nastro della storia fino al 1931, quando Citroën organizzò un'altra traversata automobilistica dal Mediterraneo al Mar cinese, rievocata da questa nuova traversata. Attraverso le tempeste di sabbia del deserto di Gobi e le guerre in Afghanistan, 43 uomini e 14 autocingolati raggiunsero Pechino dopo dieci mesi di avventure di ogni genere e 12.115 chilometri. Ora tocca a Franco e Massimo. In bocca al lupo.


TAGS: citroën citroën c4 cactus avventura gialla milano-pechino