Inquinamento e motori/

CO2, la risposta Audi


Avatar Redazionale , il 21/08/07

14 anni fa - Dall'etanolo all'ibrido passando per il SunFuel

Così la Casa di Ingolstadt disegna la sua auto del futuro: dai motori diesel che più puliti non si può, ai motori a etanolo, all'ibrido elettrico e alle biomasse. Nel 2010 il via alla rivoluzione.

COSÌ PULITO CHE... Audi haannunciato la sua strategia ecologica per la diminuzione delleemissione inquinanti, e ci si trova un po' di tutto: nelfuturo vedremo motori ibridi e azionati da nuovi carburanti estratti dalle biomasse,manell'immediato la novità più ghiotta è il motore diesel più pulito dellastoria dell'auto.

...PIÙ PULITO NON SI PUÒ Arriverà nellaseconda metà del 2008 e si baserà sul motore TDI a iniezione diretta conturbocompressore. Le prime a montarlo saranno le A4 e le Q7:un V6 da tre litri, 240cv di potenza, con una serie di innovazioni come ilnuovo sistema common-rail piezoelettrico con una pressione di iniezione di2.000 bar, un sistema di ricircolo dei gas migliorato nell'efficienza, cheinsieme al processo di turbocompressione ottimizzato permette una fortediminuzione delle emissioni del motore.

E' BIODEGRADABILE I tecnici Audisono andati a inserire dei sensori all'interno della camera dicombustione per permettere una regolazione più precisa dei processi dicombustione nel motore. Le emissioni di ossido di azoto vengono abbattute del 90% grazie a un additivo biodegradabile,battezzato AdBlue, che viene iniettato a monte del convertitore cataliticoDeNOx. Le ciliegine sulla torta del sistema di controllo delle emissioni sonoproprio il convertitore catalitico separato a due vie e il filtroantiparticolato a controllo elettronico di alta efficienza.

DA QUI AL 2010 Audi sta poi puntandoa migliorareisuoi motori TDI e TFSI arricchendoli di un sistema che sfrutta le fasidi inerzia e di frenata per immagazzinare energia elettrica e di un nuovodispositivo di avvio-arresto, ancora in fase di studio, per spegnereil motore nei momenti di inattività. Ancheiveicoli di Ingolstadt saranno poi dotati di pneumatici a bassaresistenza al rotolamento, come i modelli di altre Case automobilistiche. Una serie di innovazioni che verranno estese all'intera gamma entro il 2010.

IBRIDI IN ARRIVO Ma non c'è solo ilmiglioramento dei motori tradizionali nell'orizzonte verde di Audi. Si staanche pensando allo sviluppo di sistemi ibridi, basati sul recuperodell'energia nelle fasi di inerzia e frenata per alimentare il motore. Unprimo modello di Q7 con un motore elettrico integrato nel sistema ditrasmissione tra il motore e il cambio era stato presentato già nel 2005:si trattava di un ibrido "pieno", in grado di funzionare con entrambi i motorisimultaneamente o con uno solo dei due.

SUNFUEL E se l'età del petroliopresto o tardi finirà, Audi ha già in mente dei carburanti alternativi,in primis il SunFuel, che viene estratto dalla biomassa. Lacombustione del SunFuel produce una quantità di CO2 all'incirca pari aquella che le piante da cui è derivato avrebbero estratto dall'atmosfera.I primiimpianti per la produzione in massa di questo carburante sono al momento incostruzione sotto la supervisione del gruppo Volkswagen.

C'E' ANCHE L'ETANOLO Nel frattempo, c'èspazio per il gas naturale e per l'etanolo. Audi ha prototipi per entrambi: ilprimo si basa sul motore TFSI e usa il CNG (Gas Naturale Compresso). Leemissioni sono inferiori del 20% rispetto a un motore tradizionalesenza peggiorare le prestazioni del veicolo e senza ridurre lo spazio adisposizione sia nel bagagliaio sia nell'abitacolo. Per quanto riguardail carburante costituito all'85% da etanolo, i risultati sono ancora migliori:le emissioni rispetto ai motori tradizionali si riducono del 75% e, anche in questo caso,senza alcuna perdita di prestazioni.

NUOVI STILI DI GUIDA La soluzione più semplice per incominciare a ridurrei consumi di carburante, comunque, è istruire il conducente sullo stiledi guida migliore per permettere di risparmiare il 30% di combustibile.Audi viene in suo soccorso con dispositivi come il segnalatore delmomento migliore per il cambio marcia, già installato sui modelli serie "e" esulla nuova A5, che sarà presto sostituito da un sistema sperimentalemontato sul prototipo Cross Coupé quattro. Premendo un pulsante, lavettura entra in modalità economica: la gestione del motore e lamappatura del cambio passano sotto un programma più efficiente nei consumi e ilcruise control viene affidato a un programma che ha come priorità il risparmiodi carburante. Come dire, se non sapete guidare come si deve, ci pensalei.


Pubblicato da Alberto Grisoni, 21/08/2007
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox