Autore:
Massimo Grassi

PICCOLI MOTORI CRESCONO In un'epoca dove il downsizing è ormai all'ordine del giorno fa forse specie leggere di auto che abbandonano motori piccoli in favore di unità più grandi. Anche se di poco. Come ad esempio la Toyota Yaris restyling (attesa al Salone di Ginevra 2017) che abbandona l'ormai datato 1.3 benzina per un nuovo 1.5, sempre 4 cilindri, da 111 cv e 136 Nm di coppia. Numeri superiori rispetto al pensionando, per consumi ed emissioni migliorate. 

GUARDA AVANTI La novità più importante è un'altra: il 1.5 benzina della Toyota Yaris rispetta già le direttive Euro 6c ed è pronto a rispettare il nuovo ciclo di omologazione RDE (Real Driving Emission). Grazie all'esperienza accumulata negli anni con lo sviluppo di sistemi ibridi poi il motore della piccola giapponese ha un'efficienza termica del 38,5% che si traduce in consumi ridotti del 12%. Risultato ottenuto anche tramite un sistema che aiuta a diminuire la temperatura di combustione. 

PIÙ BRIO Grazie al nuovo motore la Yaris può passare da 0 a 100 km/h in 0,8" in meno rispetto a quanto fatto registrare dal vecchio 1.3. Migliora anche la ripresa da 80 a 120 km/h: 17,6" contro 18,8. Ok, non vi farà strabuzzare gli occhi, ma vi darà quel brio in più per effettuare sorpassi più brillanti. 


TAGS: toyota salone di ginevra 2017 motori benzina Toyta Yaris 1.5 benzina