news

SsangYong Actyon Sports


Avatar Redazionale , il 18/01/07

14 anni fa - Stile e originalità anche per i pick-up

Stile e originalità caratterizzano anche i pick-up, che da mezzi da lavoro duri e puri virano adesso verso strade ricche di glamour e di lusso. Ideali per il tempo libero, ma anche belli da guardare, pratici e confortevoli, ora diventano pure sportivi.

L'UTILE E IL DILETTEVOLE Bella comodità il cassone dietro la cabina. Sembra che anche da noi si cominci ad apprezzare. Non solo da parte di chi il pick-up lo usa per caricarci pala e piccone, ma anche da parte di chi pratica sport che richiedono attrezzature voluminose o chi nel week end molla computer e completo scuro per dedicarsi alla vita open air. C'è solo un problema, o almeno, c'era fino a poco tempo fa: la robustezza da fuoristrada puro e la praticità da camion non sono più argomenti sufficienti a rendere attraenti questi mezzi: oggi conta anche lo stile, il design, la linea piacevole e perché no anche leziosa. 

FATTA LA LEGGE... Le Case l'hanno capito al volo e non se lo sono fatto ripetere due volte: la maggior parte è corsa ai ripari proponendo pick-up anche belli da guardare, confortevoli e arredati con cura all'interno. Perché va bene che col pick-up si può solo lavorare (la legge lo immatricola esclusivamente come mezzo da lavoro, offrendo molti vantaggi fiscali per l'acquisto) ma a ben guardare sono sempre di più coloro che il cassone dietro lo caricano di oggetti per il tempo libero, damigiane di vino e mobili della nonna raccattati chissà dove, e nella cabina doppia fanno il pieno di amici e familiari. La legge lo vieterebbe (come si giustificano, per esempio, i pargoli in cabina, magari di domenica?) ma la confusione in merito è ancora tanta che alla fine il pick-up la maggior parte lo usa quando e come vuole contando su buona sorte e tolleranza di vigili e polizia.

L'IMPORTANTE E' APPARIRE I tempi sono così cambiati che c'è anche chi non si accontenta nemmeno di una linea elegante e vuole ancora più design, per non parlare di prestazioni. Sono i duri ma con gusto. Ed è a costoro che va incontro il nuovo Actyon Sports (al plurale) novità con cassone della Suv più originale del momento (la Action, appunto). La quale, anche in questa versione sembra non avere rivali quanto a originalità, qualità fuoristradistiche e capacità di carico. Sono due metri quadrati di cassone e poco meno di cinque metri di ingombro, ma a guardarla non si direbbe. Lo stile forte e personale della Actyon non sembra per nulla scalfito dalla coda squadrata e senza tetto di questa Sports. Non ne risente nemmeno in aggressività, con quel muso a punta di lancia, il parabrezza inclinato e la mole da Suv tutto muscoli e agilità che esibisce a ogni inquadratura.

COMFORT E LUSSO All'interno c'è posto per cinque, e l'ambiente è più che accogliente, soprattutto per l'uso che dovrebbe soddisfare, da non accorgersi più di essere su un pick-up. Lo spazio è ampio e anche il terzo che viaggia dietro, al centro, ha spazio sufficiente per non soffrire di claustrofobia, mentre davanti tutto è più comodo, soprattutto per il pilotache è particolarmente coccolato con gli strumenti e i comandi rivolti a sé.

DUE ARREDI Gli ambienti disponibili sono due, giusto per non far torto a nessuno: Plus e Premium, come per il Suv. Plus con di suo già molto di più di quanto in genere disponga un pick-up "normale", tra cui due airbag, alzacristalli elettrici, condizionatore, impianto stereo con lettore CD, antinebbia supplementari e sedile di guida con altezza e supporto lombare regolabili. E un prezzo su strada di 25.300 euro. Premium per chi non si accontenta e cerca il massimo, anche quando lavora, quindi con in più climatizzatore automatico, telecomando per la chiusura centralizzata, sedili in pelle e sensori posteriori di parcheggio. Il tutto per 2.000 euro in più: 27.300 in totale.

TUTTO REGOLARE
Quanto alla parte meno nobile, il posteriore, la forma del cassone è molto regolare e permette di sfruttare al massimo la superficie disponibile (due metri quadrati) per un totale di 702 kg di carico massimo.Naturalmente nel caso non fossero sufficienti c'è sempre la possibilità di rimorchiare altri 2.300 kg. La forza del resto non le manca, e anche la robustezza è garantita da un telaio sviluppato appositamente per questo modello, con longheroni in acciaio a triplo spessore (tipici di SsangYong) integrati da traverse, che sostengono tutto quanto c'è sopra.

PER TUTTI GLI USI Al comfort pensano sospensioni a quadrilatero all'avantreno (con doppio triangolo sovrapposto) mentre posteriormente è stato adottato il sistema a ponte rigido con ancoraggio multilink (a cinque bracci). Il tutto coadiuvato da molle elicoidali con taratura specifica per adattarsi alle diverse condizioni di carico. La trasmissione è del tipo integrale "part-time", con la trazione posteriore permanente e la trazione anteriore inseribile, più le marce ridotte per le situazioni limite.

ELASTICO A superare ogni ostacolo ci pensa poi il 2.0 turbodiesel già montato su Kyron e Actyon, un quattro cilindri con iniezione diretta common rail, 141 cv di potenza, 310 Nm di coppia massima a partire da 1.800 giri, 161 km/h di velocità massima e rispettoso delle norme Euro 4. Potente ed elastico quindi, ma anche economico visto che il consumo medio dichiarato è di 12,5 km/l.

 

GUARDALA DA VICINO










 
LA SCHEDA TECNICA
CORPO VETTURA
Telaio portante, carrozzeria a 4 porte, cinque posti, cassone posteriore. Motore anteriore longitudinale, trazione posteriore/integrale-inseribile, cambio manuale a cinque marce, sospensioni a molle elicoidali, anteriori indipendenti, posteriori ad assale rigido multilink.
MOTORE
Tipo IL4 DOHC, raffreddato a liquido
Cilindrata 1.998 cc
Potenza massima 104 kW (141 Cv) a 4.000 giri/min
Coppia massima 310 Nm a 1.800 giri/min
Rapporto di compressione 17,5:1
Alesaggio e corsa 86,2 x 85,6 mm
Distribuzione Due alberi a camme in testa
Numero delle valvole Quattro per cilindro
Alimentazione Iniezione diretta Common Rail
Standard di emissioni Euro IV
TRASMISSIONE
Due o quattro ruote motrici, con trazione posteriore permanente e anteriore inseribile e ridotte.
Tipo Cambio manuale a cinque rapporti
Rapporti di trasmissione:
1a 4,315
2a 2,475
3a 1,536
4a 1,000
5a 0,807
Retromarcia 3,919
Rapporto finale 4,550
SOSPENSIONI
Anteriori Quadrilateri con doppi bracci trasversali, molle elicoidali
Posteriori Ponte rigido con ancoraggio multilink a 5 bracci e molle elicoidali
STERZO
Tipo Pignone e cremagliera, servoassistito, con piantone ad assorbimento d'urto.
Raggio di sterzata 6,2 metri
FRENI
ABS Di serie su tutta la gamma
Anteriori Dischi autoventilanti
Posteriori Dischi
Freno di stazionamento Meccanico, sulle ruote posteriori
RUOTE & PNEUMATICI
Materiale del cerchio Lega leggera
Misura dei cerchi 7J x 16
Dimensioni pneumatici 225/75R16
DIMENSIONI ESTERNE
Lunghezza 4.965 mm
Larghezza 1.900 mm
Altezza 1.755 mm
Passo 3.060 mm
Carreggiata anteriore 1.570 mm
Carreggiata posteriore 1.570 mm
Sbalzo anteriore 850 mm
Sbalzo posteriore 1,055 mm
Altezza minima da terra anteriore 216 mm
Altezza minima da terra posteriore 190 mm
Angolo di attacco anteriore 25,7°
Angolo di attacco posteriore 23,6°
Pendenza massima 35,4°
PESI ED ALTRE SPECIFICHE
Peso in ordine di marcia 2.038 Kg
Massa complessiva 2.740 Kg
Massa rimorchiabile frenata 2.300 Kg
Portata 702 Kg
PRESTAZIONI
Velocità massima 161 km/h
CONSUMI
Urbano 11,1 lt/100 km
Extra Urbano 6,2 lt/100 km
Combinato 8,0 lt /100 km
Emissione CO2 212 g/km



Pubblicato da Gilberto Milano, 18/01/2007
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox