News

Smart Forfour: com'è fatta dentro


Avatar Redazionale , il 01/07/03

18 anni fa -

Vola via un altro velo alla "perquattro" tedesca, il terzo, che svela misure e motori, e lascia intravvedere gli interni. Da cui traspare una prima grande sorpresa: i sedili. Sono per cinque.

SEGRETI E BUGIE Vero, nel nome c’è un sedile in meno: la Forfour potrà infatti trasportare fino a cinque persone, anche se solo su richiesta. Il divanetto a tre viene fornito come optional.

TAGLIA XL Altra sorpresa le misure; si sapeva che non sarebbero state molto Smart. Ora sappiamo di quanto: la Forfour è lunga 375 centimetri, 12 in più della Mini, tre in più di Micra e nuova Ypsilon, 14 in più della Mercedes Classe A, l’altra compatta di famiglia; 10 in meno della Citroën C3 e 17 in meno della Fiesta.

SENZA SBALZI Del resto, per trasportare cinque persone normali rispettando i canoni del comfort Smart/Mercedes non c’era altra scelta. E dato che lo sbalzo posteriore è praticamente insesistente, altro spazio si sarebbe potuto ricavare solo allungando il posteriore.

AVANTI/INDIETRO Un’occhiata all’interno rivela un abitacolo caratterizzato da una grande versatilità. I due sedili sedili posteriori, o il divanetto da tre posti, scorrono longitudinalemnte di 15cm offrendo la possibilità a chi sta dietro di trovare lo spazio più consono alle proprie necessità o di variare la profondità del bagagliaio. Nella versione a cinque posti il divanetto è scomponibile in due parti (60/40) ognuna delle quali può scorrere indipendentemente dall’altra.

SMART TRASPORTI Gli schienali dei sedili anteriori inoltre si possono ribaltare creando con i sedili posteriori un piano orizzontale equivalente a due lettini di emergenza. Leggermente reclinabili anche i sedili posteriori, compreso il divanetto a tre che può essere regolato separatamente. Possono anche essere abbattuti in avanti, liberando un volume per i bagagli che dai normali 270 litri può crescere fino a 970 litri.

PROTESI Dalle immagini si intuisce una qualità degli interni elevata, con pannelli in tessuto dello stesso colore dei sedili, integrati perfettamente nelle superfici di plastica. Il tutto all’insegna di uno stile più "classic" di quello della sorellina minore, nonostante bocchette di ventilazione, strumenti e palpebre varie che spuntano come funghi sulla plancia. Bella e ordinata la consolle centrale, su cui spicca il display per DVD e navigatore, e piacevole il motivo stilistico a fasce trasversali del cruscotto, che dà la sensazione di un abitacolo più largo di quanto non sia.

MULTIRAZZE Il volante di serie è il classico tre razze rivestito in materiale sintetico mentre a richiesta è disponibile il volante multifunzione a due doppie razze, con tasti integrati per la regolazione di radio, lettore Cd, cellulare, sistema di navigazione e DVD.

SENSORI Due le versioni disponibili: Pulse (base) e Passion (top). Tre i colori della cellula di sicurezza Tridion, abbinabili a otto tonalità per i pannelli della carrozzeria; quattro i rivestimenti in tessuto, più i rivestimenti in pelle. A richiesta si possono montare sensori per l’accesnione automatica dei fari e sensori di pioggia, che attivano automaticamente il tergicristallo ad una velocità proporzinale all’intensità della pioggia.

TRE TETTI Ampia scelta anche per il tettuccio, offerto in tre versioni, dal tutto chiuso con superficie zigrinata, al tetto in vetro apribile elettricamente, alla versione Panorama con tetto tutto in cristallo (di serie sulla Passion).

CINQUE MOTORI Nel capitolo tecnica compaiono cinque motorizzazioni, due diesel a tre cilindri, con una cilindrata di 1,5 litri e una potenza rispettivamente di 50 kW/68 CV e 70 kW/95 CV, e tre a benzina con cilindrate da 1,1 litri (tre cilindri), 1,3 e 1,5 litri a quattro cilindri con potenze da 55 kW/75 CV a 80 kW/109 CV.

SMART & FURIOUS Per i "furious" è disponibile a richiesta un pacchetto Sport che comprende, tra l‘altro, un kit per l‘assetto ribassato, cerchi da 6,5 x 16, vetri sfumati di blu, volante e pomello del cambio in pelle.

TRE TRASMISSIONI Di serie la Forfour monta il tradizionale cambio manuale a cinque marce, ma a richiesta è disponibile il manuale automatizzato a sei rapporti "softouch plus" che consente di cambiare marcia manualmente toccando semplicemente la leva in avanti o all‘indietro per scalare. Sempre a richiesta è disponibile il cambio con comandi sul retro del volante (shift paddle).

CONTROLLO TOTALE Di serie per tutte le versioni il controllo della stabilità (ESP), che comprende anche quali il sistema elettronico di ottimizzazione della frenata (Brake Assist idraulico), il bloccaggio del differenziale, il Cornering Brake Control (regolazione della pressione frenante sulle singole ruote in caso di frenata in curva), l’ABS con ripartitore elettronico della forza frenante. Non ci sono ancora indicazioni di prezzo, l'unica cosa certa è che la Forfour sarà disponibile sul mercato dalla primavera 2004.


Pubblicato da Gilberto Milano, 01/07/2003
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox