News

Smart and furious


Avatar Redazionale , il 09/05/02

19 anni fa -

In Inghilterra chi ha fretta compra la Smart. Se ne sono accorti tutti, polizia stradale compresa. La due posti-giocattolo schizza che è una bellezza per il Regno, tanto da essersi meritata il terzo posto in un'anomala classifica, quella delle auto più immortalate dagli autovelox.

Patente e libretto, quando va "bene". Flash e foto recapitata a casa, per coronare il danno con la beffa del sorpresone. Chi non ha brutte esperienze con il codice della strada, capitolo velocità, alzi la mano. Per un motivo o per l’altro, l’ago del tachimetro rispetta raramente i limiti, in Italia come altrove. Vedi l' Inghilterra, dove si sono divertiti a classificare le auto più fotogeniche e quelle più - e meno - bersagliate dalle pattuglie.

È il settimanale inglese Auto Express a pubblicare le insolite graduatorie. E per chi è convinto di ritrovare i classici nomi di bombe, difficili da domare al di sotto di velocità da paletta, non mancano le sorprese. Non fa specie la Boxster sul gradino più alto del podio tra le più flashate del Regno Unito, così come ci può stare la Saab 9-5 subito dietro.

È l’immagine del cubetto magico che impazza per le strade anglofone, a incuriosire. Neo patentati che salutano papà, girano l’angolo e pestano come Schumi per la pole, graziose donzelle che rimettono in borsa il rimmel e si lanciano oltre la barriere del suono, imperturbabili manager lampadati che da dietro il nodone della cravatta confondono il volante con il joystick della playstation. Tutti in Smart, senza la noia di pensare al cambio – automatico – ma con il piede destro simpaticamente orizzontale, tanto cosa vuoi che sia, il trabiccolo più di tanto non va.

E tac, fotarella a casa, puntuale, orecchie basse e via in commissariato e pagare pegno. Altro che city car per trotterellare da casa al panettiere. Segue il podio un’altra piccola, anche se ben più abituata a velocità allegre – non fosse altro che per i noti trascorsi agonistici -: la nuova Mini, messa a fuoco per bene pure lei e non tanto per le forme affascinanti.

Se invece vi ritrovate nei pressi del Big Bang a bordo di una Fiat Marea, state all’occhio. Trattasi dell’auto più indigesta alle forze dell’ordine della Regina. Licence and booklet – maccheronico per "patente e libretto" – è la frase che sentireste a finestrino giù. Seguita da uno scrosciare di inchiostro sul verbale e uno scrosciare di sterline, vostre, alla pula english. Forse per poca simpatia nei confronto del sangue italico, la berlina di Torino è la più sensibile alle palette rosse: non ridano troppo però Audi TT e, ancora lei, Porsche Boxter, rispettivamente argento e bronzo.

Brave ed educate Rover 25, Toyota Yaris e Nissan Micra. Chi ci si trova al volante, si metta il cuore in pace, lasci pure gli ingombranti documenti a casa, non si allacci la cintura, faccia come gli pare. Sono le più diligenti, possono vivere di rendita. Lo sanno loro, lo sa la polizia stradale. Inglese, ben inteso. Per l’Italia è un altro discorso.


Le più fotografate dall’autovelox

Porsche Boxster (78 per cento)
Saab 9-5 (70 per cento)
MCC Smart (59 per cento)
BMW MINI (58 per cento)
Audi A2 (57 per cento)
Audi TT (57 per cento)
BMW 5-Series (53 per cento)
Mercedes E-Class (53 per cento)
Alfa Romeo 166 (52 per cento)
Mercedes C-Class(52 per cento)

Le più fermate dalla polizia
Fiat Marea (85 per cento)
Audi TT (78 per cento)
Porsche Boxster (78 per cento)
Alfa Romeo 147 (76 per cent)
VW Beetle (73 per cento)
MCC Smart (73 per cento)
Audi A6 (71 per cento)
Subaru Impreza (71 per cento)
Volvo 850 (71 per cento)
Honda Prelude (70 per cento)

Le meno fermate dalla polizia
Rover 25 (30 per cento)
Toyota Yaris (31 per cento)
Nissan Micra (35 per cento)
Suzuki Wagon R/Vauxhall Agila (37 per cento)
Mazda 323 (37 per cento)
Daewoo Matiz (37 per cento)
Toyota Corolla (38 per cento)
Rover Mini (38 per cento)
VW Polo (39 Per cento)
Skoda Felicia (40 per cento)


Pubblicato da Ronny Mengo, 09/05/2002
Gallery
Logo MotorBox