FORMULA MAGICA Buona giusto per l'impiego urbano, questo in tanti ancora pensano dell'auto elettrica. E per la guida a breve raggio sono fatte apposta anche le citycar, ne consegue che la formula più sostenibile è ad oggi quella dell'utilitaria elettrica. Ecco perché Seat Mii electric è impaziente di esordire sul mercato. Lo farà a breve: preordini entro fine 2019, consegne a partire dai primi mesi del 2020. Ancora ignoto il prezzo per l'Italia: la cifra non si allontanerà in ogni caso da quella formulata dalla Casa iberica per i clienti UK. In Gran Bretagna, Mii electric costa 19.300 sterline, al cambio attuale equivalenti a circa 22.300 euro (incentivi esclusi).

MII ELECTRIC IN CIFRE Presentata lo scorso giugno e di nuovo in pedana al Salone di Francoforte, Seat Mii electric condivide praticamente vita, morte e miracoli con la cugina ceca Skoda Citigo-e iV, oltre che con la socia tedesca Volkswagen e-up!. Il motore sincrono da 83 Cv e 210 Nm di coppia le permette di scattare da 0 a 100 km/h in 12,5 secondi, e di raggiungere la velocità massima di 130 km/h. Batterie agli ioni di litio da 36,8 kWh di energia asicurano inoltre un'autonomia di marcia fino a 265 km. Da colonnina di ricarica da 40 kW, le batterie (sistemate sotto il sedile del guidatore) si rigenerano completamente (anzi all'80%) in meno di un'ora. Con Wallbox domestico da 7,2 kW, i quattro quinti della capacità energetica vengono invece ripristinati in poco più di 4 ore. La sentenza al pubblico: disposti a sborsare 5-6.000 euro in più (incentivi inclusi) rispetto ad una Mii benzina? Perché all'estero, la risposta non è più così scontata.


TAGS: seat seat mii seat mii electric citycar elettrica