Autore:
Lorenzo Centenari

MINI FACELIFT Lo stile non si tocca (o si tocca in punta di matita), è al capitolo tecnologia che a Renault Kadjar restyling tocca ricevere un po' di sana formazione. A tre anni dal debutto, per l'alterego francese della star Nissan Qashqai giunge l'ora di un upgrade. Di quelli soft, perché Kadjar si vende bene (450 mila unità in tutto il mondo), anche se non pareggerà i successi del cugino di lingua giapponese. Appuntamento (e dove, sennò) al Salone di Parigi: un paio di settimane di pazienza, e lo vedremo in carne ed ossa.

FARI SUL FRONTALE Sotto il profilo estetico, l'edizione 2019 di Renault Kadjar si separa dal modello attualmente in commercio soprattutto per interventi alla sezione frontale: nuovi gruppi ottici a LED, come impone la moda (idem per le luci posteriori), fari fendinebbia (a LED) ora di forma rettangolare, griglia di superficie più ampia e impreziosita da inserti cromati, bumper inferiore a sua volta sostituito con un paraurti di immagine più moderna. Nuova anche l'offerta di cerchi in lega di alluminio, misure da 17 a 19 pollici.

RELEASE 2.0 A bordo, interventi mirati a progredire nell'ergonomia e nell'intuitività di utilizzo. Su Renault Kadjar MY19, più comodi i sedili, più semplici da richiamare le funzioni di ventilazione, climatizzazione e apertura/chiusura cristalli. Al centro del cruscotto, nuovo è il display multimediale da 7 pollici con sistema operativo R-Link 2, più rapido e semplice nel suo funzionamento. Più capienti le tasche interno porta, ora capaci di ospitare una bottiglia da 1,5 litri, mentre la fila posteriore di sedili guadagna due prese USB.

LARGO AL BENZINA... La novità maggiore di nuovo Renault Kadjar giace tuttavia nascosta sotto il cofano. Il crossover della Régie fa spesa allo spaccio aziendale e pesca il nuovo 1.3 TCe turbo benzina già introdotto in estate su Scénic. Figlio di un'idea in comune tra Alleanze e Gruppo Daimler, il piccolo 4 cilindri sovralimentato (provvisto anche di filtro antiparticolato) viene declinato nelle potenze da 140 e 160 cv, ambedue associabili sia al cambio manuale a 6 marce, sia all'automatico a doppia frizione 7 rapporti EDC.

...MA IL DIESEL TIENE DURO Niente panico, Kadjar investe sul benzina ma conserva anche due motori turbodiesel. Il 1.5 dCi viene trattato a modo, e riempito di 5 cv supplementari: ora fanno 115. Un 1.7 dCi da 150 cv completa l'offerta a gasolio e si candida come unica motorizzazione disponibile anche con trazione integrale 4WD. Entrambi sono omologati in ottemperanza al nuovo ciclo WLTP e rispettano la classe di emissioni Euro6 d Temp. Prezzi, allestimenti e tempi di uscita in l'Italia ancora in fase di formulazione: scommettiamo su una soglia d'ingresso (per il 1.3 TCe) a quota 21.500 euro.


TAGS: renault crossover renault kadjar parigi 2018 renault kadjar facelift