Autore:
Lorenzo Centenari

A VOLTE RITORNANO Mamma Porsche è generosa. Anche quando l'attenzione è tutta sulla figlia maggiore, leggasi Panamera Sport Turismo, lei non si dimentica della sua coppia di gemelline. La gamma 718 si arricchisce così di Boxster GTS e Cayman GTS, il volto più aggressivo delle entry level di Casa Porsche. 15 cavalli in più (365 cv) rispetto alle 718 S, ma non solo, ovviamente. Mesi e mesi di palestra e centro estetico lasciano traccia anche da ferme.

MOTORI AL MASSIMO Momentaneamente messe in standby per fare spazio ai modelli di alto bordo, Porsche 718 Boxster e 718 Cayman ricevono ora l'upgrade che le proietta di dirittto tra le new entry più interessanti del mercato autunnale 2017, limitatamente almeno al segmento delle sportive a due posti secchi. Non fosse altro, come detto, per l'aggiornamento ricevuto dal 2,5 litri sovralimentato a 4 cilindri contrapposti, ora provvisto di nuovi condotti di aspirazione e di un turbocompressore più evoluto. Risultato, valori di coppia e potenza che oltrepassano di slancio non solo quelli della versione standard dell'odierno 4 cilindri boxer di cilindrata maggiore, ma anche e soprattutto i numeri di Porsche Boxster/Cayman GTS di generazione precedente, il cui 3.5 aspirato a 6 cilindri erogava "solo" 330 horsepower. Idem con patate per la coppia motrice: 10 Nm in più (430 Nm tra 1.900 e 5.000 rpm) di 718 S, 60 punti base in più di GTS vecchia maniera.

ELETTRONICA A GO-GO Se equipaggiate di cambio a doppia frizione PDK, alternativo alla trasmissione manuale a 6 rapporti (di serie), Porsche 718 Boxster GTS e 718 Cayman GTS schizzano da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi, per una velocità massima di 290 km/h. Altri highlight meccatronici sono poi da ricercare nella dotazione base, che include Sport Chrono Package, Porsche Torque Vectoring (PTV) con blocco del differenziale posteriore, inoltre Porsche Active Suspension Management (PASM) che alla pressione di un pulsante avvicina al suolo il telaio di 10 mm.

GTS PORSCHE DESIGN Il non plus ultra del listino 718 si distingue anche in termini visuali. Il carattere irascibile delle nuove Porsche GTS è innanzitutto sottolineato dalla grembialatura anteriore Sport Design, mentre i fari bi-xenon e i gruppi ottici posteriori sono protetti da superfici opacizzate. Per riconoscere una Boxster o una Cayman GTS dalle sorelle di gamma, proprio la vista da dietro è quella preferenziale: i loghi neri, lo scivolo nero e il doppio terminale di scarico centrale sono il principale timbro GTS. Non meno, in ogni caso, dei cerchi da 20 pollici neri con finiture satinate che individuano il profilo laterale. Mmm...

L'APP DEL PORSCHISTA Un occhio agli interni: il cronometro del pacchetto Sport Chrono è integrato nel quadro strumenti, i sedili sportivi sono rivestiti in Alcantara (al pari di corona del volante e inserti su cruscotto), e oltre a un buon contenimento trasversale sono equipaggiati di poggiatesta elettrico. In omaggio alla "smartphone addiction" che affligge ormai gran parte degli automobilisti, porschisti inclusi, grazie all'opzionale Porsche Track Precision App (PTPA) puoi infine memorizzare e analizzare i dati di guida come se fossi un ingegnere di pista. Porsche 718 Boxster GTS e Cayman GTS sono già ordinabili, mentre le prime consegne sono in programma per metà dicembre. Prezzi? In Germania, 78.160 euro Iva inclusa la Boxster GTS, 76.137 euro per Cayman GTS.


TAGS: porsche pasm pdk sport chrono Porsche 718 Boxster Porsche 718 Cayman porsche 718 GTS