Autore:
Lorenzo Centenari

PICCOLI GRANDI SUV Contrarre il volume e aumentare i volumi. Cioè miniaturizzare le dimensioni del prodotto, per massimizzare vendite e profitti. Al marchio Volvo, la famiglia XC sta regalando soddisfazioni oltre le aspettative. Perché allora non insistere, e estrarre dal cilindro anche il Suv ultracompatto? Un mini Suv di stazza più piccina di XC40, di lunghezza attorno ai 4 metri, che dia fastidio ad Audi Q2 e Mini Countryman. E che a rigor di logica, potrebbe ricevere la denominazione XC20, con XC30 come seconda alternativa. Già lo sappiamo, alla maggior parte di voi l'idea stuzzica, e anche parecchio.

IDEA SMART Non ci inventiamo niente. A suggerire come Volvo possa in futuro (2021? 2022?) aggiungere alla flotta Suv una XC20 è il Ceo Håkan Samuelsson in prima persona. Incalzato da Auto Express (la testata alla quale vanno i crediti dei rendering che pubblichiamo), Samuelsson non fa mistero di come a Goteborg l'idea di uno sport utility entry level, ma che conservi i crismi premium, stia diventando a poco a poco più concreta. A favorire il progetto sarebbe in particolare l'accesso agevolato alle tecnologie del marchio Smart, azienda della quale, di recente, i cinesi di Geely (proprietari di Volvo) hanno rilevato il 50% del pacchetto azionario. E di vetture cittadine, per usare un eufemismo Smart qualcosa si intende. Altri rumors? XC20 come baby Suv a propulsione 100% elettrica, noleggiabile (piuttosto che acquistabile) tramite la formula Care by Volvo, così da neutralizzare i sempre elevati costi delle batterie. 

XC100? Non c'è motivo di credere che Samuelsson stia bluffando. Il mercato dei Suv sub-compatti è oggi l'Eldorado di qualsiasi Costruttore auto. E se l'Europa corre in questa direzione, Cina, Stati Uniti e Medio Oriente hanno fame di luxury Suv. Volvo XC90 vende bene, ma potrebbe un giorno cedere il suo ruolo di ammiraglia. A un maxi sport utility ancor più maxi. Ma questa è un'altra storia... (Stay tuned).


TAGS: volvo rendering Volvo XC20 volvo mini suv