Autore:
Luca Cereda

SI LEGGE "SMALT" Smart non chiude, rilancia. A partire dal 2022 usciranno tre nuovi modelli, tra cui una compatta di segmento B, che rappresenta un inedito per la gamma. Lo scossone è arrivato dopo un cambiamento epocale delle ultime ore: Daimler ha infatti approvato una joint-venture 50:50 con Geely cedendo metà delle quote ai cinesi.

A TUTTO ELETTRICO A Geely passa la gestione della proprietà e della operatività del marchio. Tradotto: le nuove Smart verranno prodotte in Cina con un focus totale sulla propulsione elettrica. Lo scopo della fusione va nella direzione di diventare leader del settore delle urban-car elettriche. Di qui l'idea di espandere il portfolio di prodotti al segmento B, in rapida crescita.

PROGETTO GLOBALE Dieter Zetsche, Chairman del Board of Management di Daimler AG e capo di Mercedes-Benz, ha commentato così l'accordo: "Per oltre 2,2 milioni di clienti, Smart rappresenta un pioniere della mobilità urbana. Sulla base di questa storia di successo, non vediamo l'ora di far crescere ulteriormente il marchio insieme a Geely Holding, un partner forte nel segmento dei veicoli elettrici. Progetteremo e svilupperemo insieme la prossima generazione di smart elettrica che combina alta qualità produttiva e rinomati standard di sicurezza, per venderle sia in Cina che a livello globale. In futuro, ci aspettiamo di lavorare con tutti i partner per sostenere il nostro successo in Cina e nel mondo. L'occupazione nello stabilimento di Hambach verrà sostenuta attraverso un progetto separato che prevede la realizzazione di un veicolo elettrico Mercedes, con ulteriori investimenti nella struttura." L'auto a cui si riferisce Zetsche è la prima compatta elettrica della Stella a marchio EQ.

CONTINUA LA PRODUZIONE EUROPEA Le nuove Smart non arriveranno, però, prima del 2022. Che cosa succede nel frattempo? Daimler continuerà a produrre l'attuale generazione di veicoli nel suo stabilimento di Hambach in Francia (Smart EQ fortwo) e a Novo Mesto (Slovenia, Smart EQ forfour). Quanto agli aspetti burocratici di questa unione, la joint venture dovrebbe essere completata entro la fine del 2019. I termini finanziari non sono stati resi noti.


TAGS: smart geely nuova smart