Pubblicato il 25/01/21

CORSO DI AGGIORNAMENTO Il riconoscimento universale come madre di ogni auto ibrida potrebbe non bastare più. Non a rimanere sulla breccia come un tempo. Toyota Prius di quarta generazione risale al 2016 e ha ricevuto un restyling nel 2019. Vent'anni fa aprì nuovi orizzonti come il primo veicolo ibrido mainstream, ma oggi l'ibrido in sé non ha più niente di speciale. Serve un balzo tecnologico: quello che potrebbe compiere Prius di quinta generazione. Che arriverà non prima del 2022, ma che ora rumors suggeriscono possa spostarsi nella nuova dimensione del 100% elettrico.

MIRAI DOCET Stando alle indiscrezioni della rivista giapponese Mag-X, nuova Prius continuerà probabilmente a viaggiare sulla medesima piattaforma TNGA-C, anche se in formato notevolmente adattato. La berlina ibrida per eccellenza non è mai stata esattamente un veicolo dall'aspetto sexy, ma anche questo potrebbe finalmente cambiare. Dopotutto, anche Toyota Mirai di seconda generazione non potrebbe essere più diversa dalla sua goffa antenata. Non è escluso, ad esempio, che lo stile tragga ispirazione dalla concept LQ mostrata al Motor Show di Tokyo 2019. E che assomigli al render (credit: CarBuzz) che pubblichiamo in copertina.

DI NECESSITÀ VIRTÙ Ma l'interrogativo principale riguarda la tecnologia di propulsione. È molto probabile che Prius atto quinta adotterà l'elettrico come un'opzione, con l'offerta standard costituita invece da una motorizzazione ibrida plug-in. Con la variante classica full hybrid, quindi, accantonata una volta per tutte. E non per un capriccio, bensì per ragioni di pura sopravvivenza: già oggi Prius deve vedersela con la concorrenza interna di Corolla Hybrid, sorta di doppione che utilizza lo stesso pianale e lo stesso schema ibrido. Aspettiamoci nel frattempo di sorprendere i primi prototipi su strada entro la fine del 2021.


TAGS: toyota toyota prius ibride plug-in prius elettrica