Pubblicato il 04/11/20

COME (NON) CAMBIA Toyota Mirai 2021, seconda generazione dell'auto a idrogeno più celebre del mondo, inizia a fare capolino. Diverse novità, dalla potenza all'autonomia, mentre sul piano estetico sembra che la vettura rimanga piuttosto fedele al concept con il quale era stata anticipata lo scorso anno. Ecco le ultime da Tokyo.

PIÙ POTENTE, PIÙ AUTONOMA Nuova Mirai potrà contare - almeno in Giappone - su tre serbatoi di idrogeno che le permetteranno un'autonomia di 850 km. Si tratta di un aumento di circa il 30% rispetto ai circa 600 km del precedente modello (con due serbatoi). Muove passi avanti anche il motore elettrico, ora più potente, che sviluppa 182 CV di potenza e 300 Nm di coppia, per una velocità massima di 175 km/h. Povero Papa Francesco, al quale sono state recentemente consegnate due Toyota Mirai vecchio modello...

Toyota Mirai 2021: l'auto a idrogeno si fa più potente, ma con una maggiore autonomia

PIATTAFORMA Per Toyota Mirai 2021, inoltre, trazione posteriore e a quanto pare piattaforma condivisa con la parente Lexus LS. La nuova edizione dovrebbe inoltre avvalersi di una perfetta distribuzione dei pesi 50:50.

INTERNI Quanto all'abitacolo, su Mirai 2021 troviamo un quadro strumenti digitale e un sistema di infotainment da 12,3'', mentre i sedili in pelle bianca sono accostati a finiture in nero lucido e accenti in bronzo. Tra le altre caratteristiche salienti, lo specchietto retrovisore digitale, il tetto apribile panoramico e un divano posteriore più spazioso.

Toyota Mirai 2021: gli interni dell'auto a idrogeno

DATA USCITA Negli USA Toyota ha confermato che il nuovo modello arriverà a fine dicembre 2020, nelle colorazioni Hydro Blue, Oxygen White, Heavy Metal, Supersonic Red e Black e negli allestimenti XLE e Limited. Non dovrebbe perciò mancare molto alla presentazione ufficiale. Che invece Toyota Mirai arrivi anche in Italia - e con essa una rete di rifornimento per l'idrogeno - è tutto da vedere.


TAGS: toyota auto a idrogeno Toyota Mirai Toyota a idrogeno