ELETTRO-VAN Forse che un veicolo per il trasporto commerciale o passeggeri sia destinato a bere gasolio nei secoli a venire, e non sia degno dell'elettrificazione? Tutt'altro, persino i tir un giorno viaggeranno a batterie. Rinnovato a primavera 2019, Mercedes Classe V è ora il secondo modello della Stella a debuttare sul mercato anche in formato ad emissioni zero. Mercedes EQV segue dunque il Suv EQC e si mostra per la prima volta in veste definitiva al Salone di Francoforte. Nel frattempo, ecco gallery e specifiche.

EQV IN CIFRE Via tutto il powertrain a combustione interna, spazio al propulsore elettrico e agli accumulatori di energia. Mercedes EQV monta dunque un motore sincrono da 204 cv di potenza e 362 Nm di coppia, alimentato da batterie agli ioni di litio da 90 kWh di capacità. Autonomia teorica di 405 km, prestazioni di tutto rispetto: 160 km/h di velocità massima, buoni per le corse in aeroporto sotto orario di imbarco. Tempi di ricarica? Beh, dipende: con Wallbox o colonnine da 11 kW, anche 10 ore di attesa. Con totem fast charge da 110 kW, dal 10% all'80% della carica in circa 45 minuti.

MBUX: PRESENTE Assenza di tubi di scarico a parte e presenza del logo EQ Power, Mercedes EQV è la comoda e lussuosa Classe V che tutti conosciamo. All'esterno, così come all'interno, fatta eccezione semmai per le funzioni di mobilità elettrica contenute nella strumentazione. Oltre all'assistente vocale e agli altri servizi classici di navigazione, telefonia e trip computer, il sistema di infotainment MBUX include ad esempio tutti i parametri relativi a consumo energetico, autonomia, stazioni di ricarica, etc. EQV come pietra miliare degli MPV a emissioni zero. Farà scuola?


TAGS: mercedes mercedes eqv mercedes classe v elettrica