Pubblicato il 04/11/20

CAMBIA SOTTO IL COFANO Si rinnova la versione plug-in del grande SUV tedesco, ma solo sotto il cofano. Identica al modello che abbiamo già visto ad aprile, la nuova Audi Q7 TFSI plug-in ibrida offre adesso una nuova batteria, minori consumi e maggiori prestazioni. Vediamo in dettaglio tutte le novità.

Audi Q7 plug-in hybrid: visuale frontale

NUOVA BATTERIA Le evoluzioni tecniche di Audi Q7 plug-in hybrid allineano le motorizzazioni del grosso SUV al suo cugino più sportivo, il Q8 presentato qualche giorno fa. In particolare, la potenza combinata della versione 60 TFSI e quattro passa da 456 a 462 CV totali (lo scatto 0-100 scende da 5,7 a 5,4 secondi). La nuova batteria agli ioni di litio da 14 kWh viene sostituita da una con taglio da 18kWh (14,4 effettivamente utilizzabili), più leggera di 40 kg, realizzata con tecnologie più moderne ed efficienti, mutuate dalla BEV e-Tron. Questo ha permesso di aumentare - leggermente - l’autonomia di Audi Q7 in modalità solo elettrica: il modello 55 TFSI e quattro passa da 43 a 49 km, mentre la 60 TFSI passa da 42 a 48 km. Alla maggiore autonomia in modalità solo elettrica si accompagna anche la riduzione di oltre il 20% dei consumi e delle emissioni.

Audi Q7 plug-in hybrid: il motore da 462 CV

NUOVA MODALITÀ DI GUIDA Per migliorare ulteriormente l’efficienza e ridurre i consumi nell’uso quotidiano, debutta su Audi Q7 il programma “Charge” nella modalità di guida ibrida, che affianca “Auto” e “Hold” (volta a massimizzare il risparmio di corrente elettrica). La modalità “Charge” favorisce invece la ricarica degli accumulatori, sfruttando maggiormente l’azione frenante del motore. In questo modo è possibile pianificare meglio la disponibilità di km a zero emissioni, pensando per esempio di percorrere gli ultimi chilometri in città.

Audi Q7 plug-in hybrid: la griglia anteriore

CARICA PIÙ COMODA Come per Q8, anche su Audi Q7 TFSI e debutta il sistema di ricarica e-tron compact, attivabile tramite smartphone, composto da un’unità di comando con display grafico che permette di commutare manualmente tra il 100% e il 50% della potenza di ricarica. A questo si aggiunge, nella dotazione di serie, la presenza di prese di collegamento per prese domestiche e industriali, oltre che il cavo per le colonnine pubbliche. Collegandosi a una colonnina in corrente alternata (AC) da 7,4 kW (la massima potenza di ricarica di Audi Q7TFSI e), la batteria si rigenera completamente in 2,5 ore, che diventano 6,5 ore se collegati alla Shuko di casa. Da ultimo, ricordiamo la disponibilità del servizio Audi e-tron Charging Service per accedere alle colonnine pubbliche in Italia e in Europa: ne abbiamo parlato nel nostro approfondimento dedicato alla ricarica delle auto elettriche.

Audi Q7 plug-in hybrid: i gruppi ottici posteriori

IL PREZZO Invariati i prezzi di listino, che parte dai 76.200 euro della versione Audi Q7 55 TFSI e quattro tiptronic, per arrivare ai 94.900 euro della Audi Q7 60 TFSI e quattro da 462 CV.


TAGS: suv plug-in Audi Q7 plug-in hybrid Audi Q7 TFSI e