Autore:
Lorenzo Centenari

IN RAMPA DI LANCIO Sempre più compatti, sempre più numerosi. Raramente, in passato, il mercato auto ha conosciuto un fenomeno in così rapida espansione, come quello dei city crossover, o B-Suv, o urban-Suv che dir si voglia. A partecipare all'invasione, anche Audi: entro il 2020, la famiglia delle sport utility di Ingolstadt accoglierà tra le sue mura la minuscola Q1. Manca l'ufficialità, ma è quasi certo che a breve i Quattro Anelli approveranno il piano per la produzione in serie.

GRUPPO SANGUIGNO A1 L'indiscrezione giunge dalla rivista inglese Auto Express, autrice anche di un rendering che della futura Q1 prefigura le sembianze. L'entry level dell'offerta Suv del marchio deutsche nascerà sulla piattaforma di Audi A1 di seconda generazione, a sua volta attesa entro quest'anno. In conformità alle logiche di scala del Gruppo Volkswagen, nuova A1 e nuova Q1 condivideranno inoltre il telaio MQB con le odierne Polo e Seat Ibiza.

TELAIO SCALABILE L'adozione della piattaforma modulare che la Casa madre mette a disposizione di ciascuno dei suoi brand, Audi compresa, comporterà con ogni probabilità anche l'abbinamento con i medesimi propulsori diesel e benzina che già equipaggiano le utilitarie Seat e Volkswagen. Vale a dire i recenti 3 cilindri 1.0 turbo benzina, 4 cilindri 1.5 turbo benzina e 4 cilindri 1.6 a gasolio

DALL'ALTO DI GAMMA Non è infine escluso, sia per A1 che per la derivata alta da terra Audi Q1, l'impiego della stessa tecnologia mild-hybrid inaugurata dall'A8 di ultima edizione. Vero che l'ammiraglia, rivolgendosi a un target che più premium non si può, in fatto di sistemi all'avanguardia può permettersi di non badare a spese. Le piccoline della compagnia potrebbero tuttavia beneficiare di un'alternativa semplificata e meno dispendiosa. Non è bello fare figli e figliastri.


TAGS: audi suv compact crossover audi q1 Audi A1 2018