Autore:
Luca Cereda

SALTO GENERAZIONALE Dalla ML alla prima GLE, il passaggio è stato dolce. Ma la nuova Mercedes GLE pronta a svelarsi nel 2018 (serie W167), con ogni probabilità al prossimo Salone di Parigi, sarà tutta un'altra storia. Che comincia da una piattaforma inedita, nome in codice MHA, passa per una ferrea dieta a base di alluminio, e finisce con la guida semi autonoma. Una storia che si ripeterà a qualche mese di distanza per la nuova Mercedes GLE Coupé. La ricostruiamo punto per punto basandoci sia sulle prime indiscrezioni, sia sulle foto spia di due muletti sorpresi a rodare il telaio e le funzioni di bordo.

COME CAMBIA Partiamo dall'hardware. Il nuovo SUV medio di Mercedes sorge su un pianale di ultima generazione che reggerà un'architettura più leggera di prima, aprirà a varie tipologie di motorizzazione e regalerà alla nuova Mercedes GLE 2018 un passo più generoso. Tradotto in soldoni, sarà più facile da portare, probabilmente anche ibrida plug-in e più spaziosa dentro. Anche se, per ora, l'unica certezza riguardante i nuovi interni sembra essere il l'infotainment a schermo doppio, sullo stile dell'ultima Classe E. Non dovrebbe mancare nemmeno il sistema di infotainment MBUX che nuova Classe A porta al debutto in questi giorni.

GLC DOCET A giudicare dalle immagini preliminari, Mercedes GLE restyling si avvicina nel look alla sorella minore GLC. Sia la forma e il grado di inclinazione del portellone, sia il disegno dei gruppi ottici posteriori (per quanto lievemente più sottili), riprendono in larga misura proprio i tratti del collega di segmento inferiore. Similitudini anche davanti, sebbene il frontale sembri condividere maggiori dettagli anche con la CLS di nuova generazione, oltre che con la solita GLC. In generale, nuova GLE sarà ancora più slanciata ed elegante dell'edizione oggi in commercio.

SOTTO IL COFANO Tante le novità nella gamma motori, che vedrà protagonista tra i benzina il sei cilindri in linea della Casa e potrebbe accogliere per la prima volta una variante ibrida con motore endotermico 2 litri quattro cilindri. Lato diesel, il nuovo 2.0 litri aprirà il listino per poi cedere campo al 3 litri sei cilindri in linea declinato in almeno due varianti di potenza. La nuova GLE 63 AMG, infine, si fregerà del V8 biturbo da 4 litri di cilindrata.

QI Se il cuore è grande, il cervello non sarà da meno. Aspettatevi una nuova Mercedes GLE ad alto quoziente intellettivo grazie agli ultimi ritrovati della tecnologia tedesca - made in Mercedes - in materia di guida autonoma. Stiamo parlando, per capirci, di un cruise control adattivo capace di gestire autonomamente lo sterzo, ma anche di una GLE capace di dialogare con le infrastrutture che la circondano e con le altre auto grazie ai protocolli di comunicazione Car-to-X. Non mancheranno nemmeno la navigazione predittiva e la possibilità di parcheggiare da remoto.      


TAGS: mercedes-benz mercedes suv novità auto 2018 mercedes gle 2018