Prossimamente:

Hyundai Coupe 2009


Avatar Redazionale , il 12/11/07

13 anni fa - Le prime immagini incappate nella Rete

Prime foto della quarta edizione della coupé coreana, incappate nella Rete durante una presentazione riservata. Questa volta senza veli e senza complessi di inferiorità, tanto da venire affiancata alla Mustang contemporanea. Presunzione o salto di qualità reale?

QUASI PRONTA Ecco le foto della quarta release della Coupe coreana attesa per il 2009 e immortalata senza veli in un momento di intimità. Risalgono a giugno 2007 (come mai escano proprio ora non è dato sapere) e dimostrano come la nuova generazione si trovi in uno stadio avanzato di sviluppo. Quasi pronta. Ma cosa ci faceva affiancata ad altre coupé famose? Probabilmente si trattava del classico panel/benchmark che riuniva esperti di marketing, addetti al lancio o magari i concessionari più importanti chiamati a verificare la bontà dell'arma del futuro. Tutte le azioni di comunicazione e commercializzazione che noi vediamo oggi, vengono pensate e deliberate con mesi, a volte anni, di anticipo.

STILE D'AUTORE Non rimane che aspettare e spiare i lineamenti base, con le stesse dimensioni paragonabili a quelle di una Mustang. Il muso, affusolato e stondato, appare costruito attorno alla mascherina e alle aperture laterali, ma soprattutto sull'allungamento dei gruppi ottici. La fiancata corre via pulita, con archi passaruota non troppo sviluppati. Mentre la scalfatura che parte dal parafango anteriore accompagna la finestratura e si risolve dopo il montante centrale disegnando un'onda muscolare. Il classico arco allungato e tagliato della cupola abitativa giustifica il format coupé. Con un posteriore dominato dai due occhioni rossi e dai tuboni di scarico d'ordinanza.

MATURA ISPIRAZIONE Uno stile equilibrato e ben tornito, magari non sorprendente. In una parola maturo, come si addice ad un auto che non ha (più) bisogno di stupire con azzardi. Nei tratti qualche eco della Gran Turismo Maserati, fatte le debite proporzioni e senza esagerazioni. Specialmente nell'andamento allungato del cofano con il muso che scende verso l'asfalto. Sempre secondo le illazioni del bene informato autore degli scatti, la dotazione tecnologica prevederebbe l'integrazione dell'iPod nella consolle centrale, connessione bluetooth e altri ammennicoli come luci al led per gli hi-tech-dipendenti.

POSTERIORE Più importante la rivoluzione meccanica: sembrerebbero confermate le voci di una trazione posteriore, come da scuola sportiva. Con differenziale posteriore a slittamento limitato e probabilmente un due litri turbo da 215 cavalli come entry level, perfetto per l'Europa. Si parla anche di un 3,8 litri V6 da 300 cavalli, sulla carta sembra pensato apposta per dare fastidio alle muscle car nordamericane. Alcuni vociferano anche di un V8, ma niente di ufficiale. Tutto a prezzi concorrenziali, presumibilmente cresciuti di pari passo alla qualità. A proposito, se a qualcuno interessava sapere su che base avrebbero potuto utilizzare in Kia per la Kee... ecco la risposta.

DA CHEAP A CHIC Di una cosa si può comunque essere certi,la sportiva coreana non viene più associata alla parola "cheap". Le ambizioni e gli elogi che cerca sono ben altri, tanto da presentarsi senza complessi di fronte a mostri sacri come la Mustang. Altri tempi quando i gaudenti Eighties erano al crepuscolo e arrivò la Scope, senza accento finale, squadrata e poco fascinosa. Molti la guardarono con sufficienza, ma alcuni la comprarono. Poi la seconda generazione perse la S e con lei molti complessi. Una linea arzigogolata e da batmobile per una nicchia di amatori. La terza generazione è storia contemporanea, come l'innalzamento del livello qualitativo e sociale. Al punto che in Inghilterra e in giro per il mondo è diventata cool, abbastanza per essere inclusa nei menu di molti videogame di guida. Cosa diventerà la prossima?


Pubblicato da Luca Pezzoni, 12/11/2007
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox