Pubblicato il 28/01/2020 ore 16:50

DAL PROTOTIPO AI SALONI Presentata come prototipo tre anni fa con il nome di Urban EV, successivamente mostrata al salone dell’auto di Ginevra del 2019 con il nome definitivo di Honda e, la piccola elettrica giapponese è arrivata in versione definitiva a Francoforte, e nei prossimi mesi è attesa anche nei concessionari italiani. I piani di Honda per il prossimo anno e mezzo prevedono, oltre al lancio della piccola e, il debutto della Jazz solo ibrida, un SUV compatto e un ulteriore veicolo elettrico non ancora annunciato. Con l’arrivo di Honda e, la casa giapponese presenta anche il suo wallbox, che dovrebbe consentire ricariche veloci - nei limiti di quanto concesso dall’impianto di casa, ovviamente.

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE In attesa di farcela provare con mano, Honda ha pubblicato oggi un po’ di nuove immagini e filmati, ma soprattutto le specifiche tecniche della sua piccola elettrica, che nel design si ispira alla Civic degli anni Settanta, ma che dietro le linee semplici e lineari nasconde un vero e proprio concentrato di tecnologia. Balzano subito all’occhio i caratteristici fari tondi anteriori e posteriori con illuminazione a LED, e la presa di ricarica nel cofano protetta da un coperchio di vetro. 

Linee pulite ed essenziali per Honda e

STILE E DESIGN Le maniglie anteriori sono a scomparsa, e si estendono dalla carrozzeria solo quando si avvicina il conducente. Le maniglie posteriori sono invece nascoste all’interno del cristallo. Nella ricerca della maggior pulizia, le antenne del GPS, della radio e della SIM sono annegate nel piccolo spoiler posteriore, evitando quindi la necessità della piccola “pinna” ormai visibile sul tetto di quasi tutte le auto. I fari tondi anteriori combinano tre funzioni in una: le luci diurne, gli indicatori di direzione, e i fari di profondità al centro. Ogni anello è composto da 12 LED, il che ha permesso di realizzare diverse animazioni, per esempio per “salutare” il conducente quando si avvicina alla macchina. 

SPECCHIETTI HIGH TECH Decisamente originali le telecamere laterali che prendono il posto degli specchietti retrovisori (il sistema si chiama Side Camera Mirror System, SCMS), le cui immagini vengono trasmesse su due schermi da sei pollici all’interno del veicolo, in posizione analoga a quella degli specchietti. Una soluzione davvero futuristica, almeno nel settore delle compatte (l’unica altra macchina che ci viene in mente con questa tecnologia è la Audi e-tron), e per di più offerta di serie su tutta la gamma. Le telecamere hanno permesso di realizzare montanti anteriori senza “scalini”.

Honda e: le telecamere al posto degli specchietti retrovisori

ALL’INTERNO La pulizia delle lineee e la semplicità nello stile trova posto anche all’interno dell’abitacolo, con una plancia in legno sintetico, una vera e propria “mensola” liscia su cui sono appoggiati ben tre schermi multimediali da cui controllare tutte le funzioni della macchina. Il “dialogo” con la vettura può avvenire anche tramite l’Honda Personal Assistant (HPA), assistente vocale con intelligenza artificiale capace di migliorare nel tempo la comprensione della voce dell’interlocutore, e di conseguenza risposte e azioni ai suoi comandi. Il comando per attivarlo è il prevedibile “OK, Honda”. Oltre alla connessione Bluetooth e l’hotspot WiFi, la console centrale offre una porta HDMI (magari per attaccarci una PlayStation, non si può mai sapere), prese da 12V e 230V (con portata massima da 1500W), due prese USB per i passeggeri davanti e altrettante per quelli seduti dietro.

CINEMA IN AUTO I due schermi LCD da 12,3 pollici sono dedicati principalmente all’infotainment, con un’interfaccia che Honda dice aver ripreso da quella degli smartphone, con swipe e pinch per gestire le diverse applicazioni. Passeggero e conducente possono usare contemporaneamente due app distinte, ciascuno sul proprio schermo (anche da quelle messe a disposizione da Apple CarPlay e Android Auto, offerti di serie). Curiosamente, gli schermi offrono anche la funzione screensaver, visualizzando per esempio un acquario animato.

Gli interni di Honda e

ADAS Per quanto riguarda gli aiuti alla guida, Honda e prevede più o meno tutto quello che ci si può aspettare da un’auto moderna, nel pacchetto che la casa giapponese chiama Honda Sensing: rilevamento dell’angolo cieco, frenata d’emergenza attiva anche di notte, con riconoscimento di pedoni e ciclisti, e nelle manovre di parcheggio; cruise control adattivo che permette all’auto di gestire le frenate e le ripartenze in colonna; sistema di gestione e mantenimento di corsia attivo dopo i 70 km/h; riconoscimento dei segnali stradali e impostazione automatica del cruise control; abbaglianti automatici che si disattivano quando viene incrociato un altro veicolo. A questo si aggiungono tre nuovi sistemi: il Collision Mitigation Throttle Control, che impedisce accelerazioni improvvise e incontrollate (sia con la marcia avanti che in retro) premendo a fondo l’acceleratore; il Low Speed Brake Function mantiene operativi i sistemi per la frenata di emergenza anche a bassa velocità, mentre il Lead Car Departure Notification System avverte il conducente quando l’auto di fronte ha ripreso la marcia. 

TRAZIONE POSTERIORE La nuova piattaforma su cui è stata costruita la Honda e ha permesso di ottenere interessanti risultati per quanto riguarda le caratteristiche di guida, che la rendono adatta all’ambito cittadino, senza rinunciare a un po’ di pepe. Il motore elettrico è montato nella parte posteriore dell'auto, che ha la trazione posteriore; il bilanciamento dei pesi è 50:50 tra i due assali, e il raggio di sterzata è ridottissimo, di soli 4,3 metri. Oltre al sistema Single Pedal Control (per accelerare, rallentare e fermarsi usando sempre lo stesso pedale), Honda e offre due diverse modalità di guida: Normal e Sport, attivabili tramite un commutatore posto nella console centrale. La prima modalità offre il miglior compromesso tra comfort di guida e prestazioni, mentre quella sportiva regala uno spunto maggiore e tempi di risposta più rapidi di acceleratore e sterzo.

La ricarica di Honda e

MOTORE Honda e sarà disponibile in due varianti: la base con il motore da 136 CV, e la Advance da 154 CV. La coppia è di 315 Nm per entrambe. Uguale anche la velocità di punta, fissata a 145 km/h. 9 secondi e 8,3, rispettivamente, i tempi richiesti per lo 0-100 km/h. Invariata l’autonomia delle due versioni, che con l’omologazione WLTP è di 222 km. Per tutte, sospensioni indipendenti MacPherson, e freni da 15 pollici di diametro (autoventilati quelli anteriori).

AUTONOMIA La batteria da 35.5 kWh può essere ricaricata fino all’80% della sua capacità in trenta minuti nelle colonnine a carica rapida. Una presa capace di erogare 7,4 kW permette di caricare completamente la macchina in poco più di 4 ore. Quasi 19 le ore richieste da una presa domestica che eroga 2,3 kW. Il pacco batterie integra un inedito sistema di raffreddamento ad acqua che ne varia la temperatura in base alle condizioni climatiche esterne, garantendo così un’autonomia ottimale.

VERSIONE TOP La versione Advance permette di scegliere cerchi di 16 o 17 pollici, e di proiettare le immagini riprese dalla telecamera centrale nel display dello specchietto retrovisore. In più, impianto stereo di miglior qualità e maggior potenza, parabrezza e volante riscaldato, e Park Assist di serie, che tiene d’occhio i lati della strada e segnala dove c’è sufficiente spazio per parcheggiare.

Dimensioni da citycar per la nuova Honda e

DIMENSIONI L’auto ha dimensioni compatte: 390 cm da paraurti a paraurti, 175 cm di larghezza e 151 cm di altezza. Il passo è di 253 cm. 1.514 i kg della versione base, 1.527 quelli della Advance. Da utilitaria anche le dimensioni del bagagliaio: 171 litri a divano sollevato, con il fondo senza scalini. Lo schienale può essere ripiegato a livello del pavimento, portando la capacità di carico a 861 litri complessivi (al tetto).

PREZZO La versione base di Honda e è venduta a 35.500 euro. La versione Advance, che aggiunge - tra gli altri - i cerchi da 17”, la telecamera centrale e l’assistente di parcheggio, costa invece 38.500 euro. Consegne a partire dall’estate.


TAGS: auto elettrica honda ev honda e