Half-Track Fox, completato il restauro del VW Bulli cingolato
Restomod

Half-Track Fox: restaurato, il Bulli cingolato torna come nuovo


Avatar di Lorenzo Centenari , il 26/05/22

1 mese fa - Suggestiva operazione di recupero di un T1 del '62 a quattro assali

Suggestiva operazione di recupero di un T1 del '62 a quattro assali: due dei quali gommati, gli altri due provvisti di cingoli

Dimmi dove abiti e ti dirò qual'è il mezzo ideale per spostarti. Correva l'anno 1962 e tale Kurt Ketzner, un ingegnoso meccanico Volkswagen viennese, decise che non esisteva alcun veicolo di serie adatto a muoversi sul particolare terreno montuoso del suo paesello. Si sforzò, quindi, di progettarne uno tutto suo. Un furgoncino che alla fine sarebbe stato soprannominato ''Half-Track Fox'', e che prendeva le mosse dal microbus Volkswagen T1, meglio passato alla storia come ''Bulli''. Quello che vedete in foto, restaurato a modo dalla divisione Classic di Volkswagen Veicoli Commerciali, è proprio un esemplare appartenuto a Kurt. Che amore.

MOLTIPLICAZIONI Ketzner stabilì come il Bulli fosse la base perfetta, ma che per essere ultra-perfetta, avrebbe avuto bisogno di un paio di cingoli: lassù nevica, altroché. Sposò, quindi, l'idea di aggiungere al telaio una coppia di assi. Sul retro, il microbus avrebbe adottato due assali cingolati in stile carrarmato: montati su ruote da 13 pollici, i cingoli erano realizzati in alluminio e gomma in modo da renderli sicuri per l'uso sia su strada, sia in offroad.

ALL TERRAIN Gli assali anteriori, al contrario, avrebbero avuto ruote normali, con pneumatici a battistrada da 14 pollici e un freno per ogni ruota. Un differenziale a slittamento limitato avrebbe infine garantito una distribuzione uniforme della potenza, anche nella neve profonda.

VEDI ANCHE



MINI MOTOR Potenza la quale non era certo abbondante. Ketzner non vide la necessità di modificare il quattro cilindri boxer Volkswagen da 1.192 cc con soli 34 CV: dopotutto, il pacchetto sarebbe stato sufficiente per portare la sua volpe cingolata a una velocità massima di 35 km/h. Solo appena un po' più lenta di una vera volpe a quattro zampe.

FOX STORY Ketzner realizzò solo due di questi elaborati aggeggi. Stava lavorando a un terzo, quando fu costretto a interrompere la produzione. L'esemplare oggi portato al suo antico vigore venne allora acquistato dal Museo Porsche di Gmund, in Austria, nel 1990. Prima di essere rilevato da Bullikartel e.V., una società di appassionati di microbus Volkswagen. Società che nel 2005 tentò di avviare un restauro, ma incontrando problemi, e vedendosi costretta ad arrendersi. Nel 2018, l'acquisto infine da parte di Volkswagen Veicoli Commerciali e il successivo speciale trattamento per opera del reparto Veicoli d'epoca, che ha terminato la missione lo scorso febbraio.

NONNA ARZILLA Anche il colore è lo stesso dell'originale. L'aspetto insolito, ma non solo: riferiscono che, nonostante la mancanza di potenza, l'Half-Track Fox sia straordinariamente bravo a scalare montagne innevate...


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 26/05/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox