Pubblicato il 30/06/21

AL CUORE NON SI COMANDA A cosa diamine può servire un maxi-SUV coupé con 640 CV e capace di scattare da 0 a 100 km/h in poco più di tre secondi? Difficile dirlo, ma noi appassionati di motori non abbiamo necessariamente bisogno di una scusa per entusiasmarci di fronte ai numeri dell’ultimo arrivato della famiglia Cayenne, la versione Turbo GT.

PRESTAZIONI RECORD PER CAYENNE TURBO GT

Nuova Porsche Cayenne Turbo GT: visuale di 3/4 anteriore

Nato con l’obiettivo di ottenere il massimo delle prestazioni nella sua categoria, offrire uno straordinario piacere di guida senza perdere un briciolo della versatilità nell’uso di tutti i giorni, il nuovo Porsche Cayenne Turbo GT vanta numeri da primato: il suo V8 biturbo da quattro litri eroga la bellezza di 640 CV (471 kW), 90 CV più del già imponente Turbo Coupé - qui la nostra prova su strada - con una coppia massima di 850 Nm (80 Nm in più). Lo scatto da 0 a 100 km/h è coperto in 3,3 secondi (0,6 secondi in meno), e la velocità massima è di 300 km/h, 14 km/h in più. Consumi? Non che interessino particolarmente a chi guiderà una belva del genere, ma Porsche dichiara 14,1 litri/100 km nel ciclo WLTP, con emissioni di CO2 pari a 319 g/km.

Nuova Porsche Cayenne Turbo GT: visuale di 3/4 anteriore

RECORD AL ‘RING Disponibile nella versione coupé, Cayenne Turbo GT offre un setup specifico per l’uso in pista, nato con l’obiettivo di garantire il massimo delle prestazioni anche sui tracciati da corsa. L’ha dimostrato il “solito” collaudatore Porsche Lars Kern, che ha percorso i 20,832 km del Nürburgring Nordschleife a bordo del Cayenne Turbo GT nel tempo record di 7:38,9 minuti, un nuovo primato per la categoria dei SUV. Lo stesso Kern, nei giorni scorsi, aveva staccato un nuovo tempo record nell’inferno verde tedesco con la sportiva Porsche 911 GT2.

LA MECCANICA RAFFINATA DI CAYENNE TURBO GT

Nuova Porsche Cayenne Turbo GT: visuale laterale

Rispetto al meno potente Turbo Coupé, Cayenne Turbo GT è più basso di 17 millimetri. Il nuovo assetto ha portato con sé ottimizzazioni e ricalibrazioni di sospensioni, componenti passivi del telaio e sistemi attivi per il controllo della trazione, tra cui le quattro ruote sterzanti. Il software della centralina che si occupa del controllo attivo del telaio (Porsche Dynamic Chassis Control, PDCC) è orientato più alle prestazioni che al comfort, a tutto vantaggio della stabilità nei cambi di direzione veloci e nelle curve più strette. 

BEN PIANTATA A TERRA Le ruote sono maggiormente inclinate verso l’interno, con una campanatura ridotta di circa mezzo grado per offrire maggior superficie a contatto con la strada; nuovi anche gli pneumatici Pirelli P Zero Corsa da 22”, sviluppati specificamente per la Turbo GT. Di serie i freni carboceramici. Il doppio scarico posteriore è in titanio, e collocato al centro del grande diffusore. Rimosso il silenziatore centrale, a vantaggio del peso complessivo dell’auto e del piacere di chi ne ascolta il rombo.

COME CAMBIA, DENTRO E FUORI

Cosa rende sportiva un’auto, vista da fuori? La fibra di carbonio, naturalmente, materiale utilizzato per il tetto e l’enorme diffusore posteriore. Esclusive per questa versione sono inoltre lo spoiler anteriore, le prese d’aria maggiorate del paraurti e i passaruota in nero lucido. I cerchi in lega da 22” sono in neodimio, e hanno naturalmente un disegno esclusivo per la Turbo GT. Lo spoiler posteriore sulla coda, con pareti in fibra di carbonio, si regola elettronicamente in base alla velocità ed è più largo di 25 mm rispetto a quello montato sulla Turbo Coupé: il risultato è una deportanza aumentata fino a 40 kg.

Nuova Porsche Cayenne Turbo GT: l'abitacolo sportivo

LUSSO A BORDO Il carattere sportivo di Cayenne Turbo GT è ulteriormente sottolineato all’interno, dove dominano i rivestimenti in Alcantara. I sedili anteriori sono sportivi con regolazioni elettriche a otto vie, e hanno rivestimenti esclusivi in Alcantara traforata nella striscia centrale, con finiture a contrasto in neodimio e lettering “Turbo GT” sui poggiatesta. Il volante sportivo multifunzione presenta il classico segno di colore giallo a ore dodici. In base all’allestimento interno scelto, alcune finiture possono anche essere in nero opaco.

NUOVO INFOTAINMENT Con Cayenne Turbo GT debutta sul mercato la nuova generazione 6.0 dell’infotainment Porsche Communication Management (PCM): più potente e responsiva, e una rinnovata interfaccia utente. Il sistema è compatibile con Android Auto e Apple CarPlay, con una migliore integrazione di Apple Music e Apple Podcasts

QUANDO ARRIVA E QUANTO COSTA CAYENNE TURBO GT

Nuova Porsche Cayenne Turbo GT: visuale posteriore

Non c’è ancora un listino italiano di Porsche Cayenne Turbo GT, ma sappiamo già che il SUV sportivo di Stoccarda arriverà nelle concessionarie il prossimo autunno. In Germania il prezzo è fissato a 196.078 euro (IVA inclusa)


TAGS: record nurburgring Porsche Cayenne Turbo GT cayenne turbo gt porsche turbo gt